• Spedizione gratuita da 45 €
  • Reso gratuito entro 30 giorni
  • Più di 8.000 articoli
Eine Katze ist beim Tierarzt.

In caso di infestazione da vermi: Come puoi aiutare il tuo gatto?

Un gatto infestato da vermi trasporta organismi viventi che si accoppiano, si riproducono e depongono le uova nel corpo. Questo stile di vita è un modello di successo per i vari vermi parassiti, ma spesso è a spese dell'organismo ospite. Un gatto con un'infestazione patologica da vermi presenta vari sintomi e problemi di salute.

Loading...

In che modo i parassiti attaccano i gatti?

Anche i gatti da appartamento non sono immuni dai vermi: le uova dei vermi possono essere trasportate all’interno dell’appartamento apparentemente sicuro in vari modi, ad esempio attaccandosi alle scarpe delle persone. C’è solo una cosa che aiuta: i trattamenti antiparassitari regolari. I vermi possono entrare nell’organismo dei gatti in diversi modi. Generalmente, gli animali infetti (non si tratta necessariamente di un gatto) espellono le uova dei vermi con le feci. La trasmissione avviene quindi tramite il contatto diretto con le feci o le larve dei vermi, ma anche indirettamente, ad esempio tramite il latte materno o la carne cruda quando i gatti seguono un’alimentazione BARF o saccheggiano senza permesso il frigorifero. Mosche e lumache possono anche diffondere infezioni da vermi. II vermi, le larve o le loro uova possono essere ingeriti per via orale o introdotti attraverso il sangue o la pelle.

I vermi più comuni nei gatti sono:

  • Nematodi: le loro larve possono essere trasmesse per via orale con il latte materno e svilupparsi nei gatti adulti nell’intestino.
  • Gli anchilostomi, le cui uova vengono escrete con le feci, si trasformano in larve nel mondo esterno e penetrano nell’organismo attraverso la pelle, dove si sviluppano in animali che depongono le uova.
  • Le tenie, in particolare le cosiddette tenie del cetriolo, possono essere trasmesse anche attraverso le pulci. Le larve migrano da un animale all’altro attraverso il sangue. Altre vie di infezione possono essere prede come uccelli e roditori. A seconda della sottospecie della tenia, i parassiti possono essere lunghi fino a 80 centimetri.

Una peculiarità: Ciascuno di questi tipi di vermi può essere trasmesso all’uomo. La tenia della volpe è particolarmente pericolosa e occasionalmente si diffonde attraverso i gatti come ospite intermedio. Sebbene questa tenia causi pochi sintomi nei gatti, può provocare gravi danni al fegato negli esseri umani. Se il tuo gatto è infetto da vermi, presta attenzione all’igiene, ai farmaci e, in caso di dubbio o sospetta infezione, parla con il tuo medico per trovare una contromisura adeguata.

 

Nahaufnahme einer Katze.

Come si manifestano i vermi nei gatti?

Un’infezione da endoparassiti come i vermi non provoca necessariamente una malattia acuta: un gatto forte e vigoroso a volte può fungere da ospite intermedio per i vermi senza essere influenzato dai parassiti stessi. Altri gatti, invece, soffrono di malattia da vermi, nota dal punto di vista medico come “elmintosi”. Oltre allo stato di salute generale del gatto, il tipo di verme in questione è determinante per il tipo di malattia che potrebbe svilupparsi. I sintomi generali sono stanchezza e spossatezza degli animali, perdita di peso, perdita del pelo, stomaco gonfio (soprattutto nei gatti giovani). Inoltre, può esserci una scarsa guarigione delle ferite e suscettibilità ad altre malattie.

Come posso sverminare i gatti?

Non esiste una vaccinazione contro l’infestazione da vermi. Invece, i gatti, specialmente quelli all’aperto che occasionalmente mangiano i topi, dovrebbero essere regolarmente sverminati. Negli animali adulti, si consiglia di somministrare il vermifugo ogni tre mesi. Nel caso di gatti da appartamento, le feci dovrebbero essere controllate per individuare la presenza di vermi almeno una volta all’anno e, se necessario, dovrebbe essere somministrato un vermifugo. Assicurati di parlare di tali misure con il veterinario: saprà anche consigliarti il prodotto giusto. Inoltre, non devi necessariamente recarti con il gatto presso l’ambulatorio per la somministrazione del vermifugo: grazie a nuovi ingredienti attivi spot-on, puoi applicare i medicinali vermifughi anche a casa.  Consulta i nostri veterinari esperti di Maxi Zoo online tramite chat, con o senza fotocamera.  Non è più necessario trovare un escamotage per far ingerire al gatto paste o pastiglie.

Gli effetti dei vermi più comuni sono:

  • Nematodi: le feci del gatto sono di consistenza pastosa, pelo secco o ispido, disidratazione e perdita di peso. Negli animali giovani possono verificarsi deformazioni scheletriche, peritonite e, nel peggiore dei casi, ostruzione intestinale.
  • Gli anchilostomi colpiscono l’intestino tenue, dove si attaccano alla mucosa e si nutrono di sangue. I possibili sintomi conseguenti sono emaciazione, anemia e diarrea.
  • Le tenie si nutrono del cibo nel tratto digestivo e rimuovono i nutrienti dal corpo del gatto. Ciò si traduce in perdita di appetito, con conseguente perdita di peso e pelo che diventa più ispido. Poiché gli arti della tenia vengono espulsi per via anale, il gatto manifesta un forte prurito che cerca di alleviare strisciando la parte posteriore del corpo sul pavimento.

A cosa devo fare attenzione quando sottopongo il gatto a un trattamento contro i vermi?

A volte puoi riconoscere un’infestazione da vermi a occhio nudo, ovvero quando scopri vermi morti o addirittura in movimento e arti di vermi mentre pulisci la lettiera. Anche il vomito del gatto può contenere vermi, che possono essere visti ad occhio nudo. Il veterinario può esaminare campioni di feci per stabilire quale verme ha infettato il gatto e iniziare un trattamento appropriato, che consiste nella somministrazione di un antielmintico, comunemente definito “agente anti-vermifugo”. I principi attivi contenuti in questi agenti uccidono i vermi adulti ed eventualmente anche quelli in stadio larvale. Per eliminare tutte le generazioni di una popolazione di vermi, potrebbe essere necessario ripetere il trattamento vermifugo. Inoltre, i gattini possono essere infettati dai vermi attraverso l’utero della madre o il latte materno. È quindi importante che la gatta incinta e successivamente i gattini che nascono siano trattati con prodotti antiparassitari idonei. Prima di eseguire una vaccinazione, è necessario somministrare un trattamento contro i vermi agli animali gravemente infestati, altrimenti un’infestazione estrema da vermi può compromettere l’efficacia della vaccinazione.

Loading...

Altri articoli che potrebbero interessarti