A causa dell’elevato numero di ordini i tempi di consegna potrebbero allungarsi

  • Spedizione gratuita da 45 €
  • Reso gratuito entro 30 giorni
  • Più di 8.000 articoli

Il ciclamino e altri fiori pericolosi per i nostri cani e gatti

È primavera, la stagione in cui rinasce la natura e piante e fiori rifioriscono nei nostri giardini, nei vasi sui balconi e nelle nostre case. Ma proprio questa stagione che porta buonumore nelle persone e nei nostri cani e gatti una naturale voglia di avventurarsi all’aperto può nascondere alcune insidie: alcune piante e fiori come il ciclamino possono infatti essere pericolosi per i nostri gatti e cani, soprattutto se cucccioli alle prime esperienze di vita fuori dalle mura di casa.

Le piante e i fiori irritanti per cani e gatti

Il ciclamino per esempio: il bulbo contiene alcune sostanze tossiche sia per i gatti che per i cani. Attenzione quindi che i nostri cuccioli non si mettano a raspare vaso e aiuole o magari a giocare con qualche bulbo inavvertitamente lasciato in giro. Anche gigli e tulipani, così belli e colorati, sono tossici al punto da provocare problemi gastroenterici ai gatti così come per i cani di piccole dimensioni. L’aloe, che talvolta è consigliata da alcuni veterinari come trattamento per determinati problemi dei nostri amici animali, contiene nelle proprie foglie dei succhi che possono provocare diarrea anche intensa in cani, gatti e anche uccelli da appartamento.

Anche azalea e rododendro possono risultare irritanti fino a procurare problemi allo stomaco così come l’edera, così diffusa sui muri di case e giardini ma anche in vaso può provocare nausea, intensi dolori addominali e problemi intestinali.

Questo elenco non deve tuttavia provocare panico: normalmente gli animali sanno naturalmente come comportarsi con queste piante e fiori e altrettanto spontaneamente ne stanno alla larga, motivo per cui non è il caso di eliminare queste piante decorative dalle nostre case. Tuttavia se in casa con noi abita un cucciolo che si avventura per le prime volte in autonomia negli spazi dentro e fuori casa può essere utile adottare qualche accorgimento dissuasorio, come per esempio uno steccato o una rete attorno alla pianta, o posizionare i vasi in punti non raggiungibili dai nostri amici animali, o ancora evitare di lasciare in giro i bulbi con cui i nostri amici animali potrebbero mettersi a giocare.