• Spedizione gratuita da 45 €
  • Reso gratuito entro 30 giorni
  • Più di 8.000 articoli
Eine norwegische Waldkatze sitzt im Garten.

Il gatto delle foreste norvegesi: dai gelidi boschi del nord al divano di casa nostra!

Desideri un gatto che abbia un aspetto selvatico ma un carattere amichevole e affettuoso? Con un manto semilungo e le orecchie che ricordano quelle di una lince, il gatto delle foreste norvegesi è proprio una razza dall'aspetto maestoso. Benché sembri appena uscito dalla foresta, è in realtà un vero coccolone con un'indole mansueta. Per non menzionare la storia secolare di quest'incredibile razza, una delle più grandi in assoluto!

Loading...

Storia del gatto delle foreste norvegesi

Di secolo in secolo, si continuano a tramandare favole fantastiche che narrano di gatti delle foreste, felini magici e persino esemplari mostruosi. L’antenato del gatto delle foreste norvegesi si sviluppò probabilmente a partire da esemplari a pelo corto che migrarono dall’Europa centrale verso le regioni del nord. Benché non si sappia molto sulle sue origini, è probabile che il rigido clima scandinavo abbia contribuito all’evoluzione del manto lungo e folto di questa razza. Dato che il gatto delle foreste cominciò ad accoppiarsi sempre più spesso con i gatti domestici dal pelo corto, negli anni ’30 alcuni allevatori norvegesi cominciarono a impegnarsi per salvarne la purezza genetica. Il primo esemplare di questa razza partecipò a un concorso felino ancora prima della Seconda Guerra Mondiale, ma fu solo dopo il 1977 che il gatto delle foreste norvegesi venne finalmente riconosciuto come razza ufficiale dalla FIFe, una notizia che fu persino annunciata dai telegiornali norvegesi. Ancora oggi esistono esemplari che vivono liberi nelle foreste norvegesi. L’aspetto di questa razza è infatti profondamente analogo a quello del gatto selvatico europeo.

L'aspetto del gatto delle foreste norvegesi

Una particolarità evidente di questa razza sono le orecchie, che presentano un ciuffetto di pelo all’estremità. L’elegante maestosità nordica di questo felino è dovuta principalmente alla folta pelliccia sul petto, intorno al collo e sulle cosce posteriori: è proprio per questi dettagli che si dice che questa razza possieda il “bavaglino”, la “gorgiera” e i “pantaloni alla zuava”. In questi punti, il morbido sottopelo diventa ancora più folto e si ricopre di lunghi peli leggermente oleosi, che rendono la pelliccia idrorepellente. Anche durante il resto dell’anno il corpo di questa razza è totalmente predisposto alla vita nelle fredde foreste del nord: le zampe posteriori, infatti, sono leggermente più lunghe di quelle anteriori, permettendo al gatto di eseguire salti elevati e rendendolo un cacciatore eccellente. In inverno, un ulteriore aiuto è fornito dalle sue ampie zampe, che distribuiscono il peso uniformemente sulla neve.

 

La gamma di colori e motivi concessa dagli standard di razza è molto ampia: solo le varianti cioccolato, cannella, lilla e fulvo non sono riconosciute.

Gatto delle foreste norvegesi: Carattere

Nonostante il suo aspetto da gatto selvatico, questa razza è rinomata per il suo carattere docile e affettuoso. Si tratta infatti di un vero coccolone che ricerca costantemente affetto e attenzioni: proprio per questo, è importante che il padrone si riservi abbastanza tempo da dedicare al gioco. Grazie alla loro indole amichevole e all’eccezionale forza di carattere, i gatti delle foreste norvegesi sono dei piacevoli coinquilini: amano particolarmente la compagnia, motivo per cui è poco consigliabile farli vivere da soli.

Eine Norwegische Waldkatze sitzt vor einem Fenster.

Gatto delle foreste norvegesi: Allevamento e cura

Il gatto delle foreste norvegesi mostra un irrefrenabile bisogno di movimento: adora arrampicarsi e saltare. Date le sue dimensioni, non è particolarmente indicato per la vita da appartamento, a meno che non abbia a disposizione sufficiente spazio. Sarebbe inoltre necessario acquistare alberi tiragraffi e altri giochi per arrampicarsi che siano sufficientemente stabili. Durante il periodo della muta in primavera, la cura del pelo diventa particolarmente impegnativa, poiché il gatto delle foreste norvegesi perde completamente il sottopelo. Pertanto, sarà necessario spazzolarlo regolarmente. Per il resto dell’anno, invece, la cura del pelo non risulta particolarmente complicata. La sua aspettativa di vita si aggira mediamente intorno ai 15 anni, dunque, se la tua scelta ricadrà sul gatto delle foreste norvegesi, avrai sicuramente tanto tempo da trascorrere insieme al tuo adorabile nuovo amico.

Eine Nahaufnahme einer Norwegischen Waldkatze.

Scheda informativa Gatto delle foreste norvegesi

  • Razza
    Gatto delle foreste norvegesi
  • Origine
    Norvegia
  • Dimensioni
    da grandi a molto grandi, con una lunghezza dalla testa alla coda di 100-130 cm
  • Peso
    4-8 kg (femmina), 5-9,5 kg (maschio), in casi eccezionali fino a 12 kg
  • Conformazione
    elegante, possente, longilineo e dalle gambe lunghe
  • Forma della testa
    triangolare con mento pronunciato e fronte leggermente arrotondata
  • Occhi
    grandi, ovali, tutti i colori sono concessi
  • Pelo e colore
    pelo semilungo con sottopelo lanoso e pelo di copertura idrorepellente sulla schiena e sui fianchi; manto invernale con pelliccia folta intorno al collo; sono concessi tutti i colori tranne lilla, cioccolato, cannella e fulvo
  • Cura del pelo
    poco impegnativa, ma durante il periodo della muta deve essere spazzolato più volte alla settimana
  • Caratteristiche
    zampe grandi con ciuffi di pelo fra i polpastrelli (chiamati “scarpette da neve”); abilissimo nell'arrampicata
  • Carattere
    amichevole, attento, intelligente, caparbio, con un instancabile bisogno di movimento
Loading...

Altri articoli che potrebbero interessarti