• Spedizione gratuita da 45 €
  • Reso gratuito entro 30 giorni
  • Più di 8.000 articoli
Eine Katze und ein Kitten beim fressen.

Alimentazione dei cuccioli e dei gatti anziani: consigli per ogni fase della vita

I piccoli gatti domestici, impegnati nella scoperta del mondo, sono sempre in movimento e hanno, quindi, un elevato dispendio energetico e una continua fame da lupi, o meglio, da mici. Fino a quando mamma gatta produce il latte, un micetto può appagare il proprio appetito a intervalli regolari.

Loading...

Per quanto tempo i cuccioli di gatto necessitano di un’alimentazione particolare?

Nelle prime settimane e mesi di vita è fondamentale un nutrimento specifico per cuccioli, basato su un cibo esattamente calibrato. In casi sfortunati, devi addirittura fare, prima, un passo ulteriore: se mamma gatta non ha abbastanza latte o se devi sostentare degli orfani, è necessario ricorrere allo speciale latte surrogato per gatti.

 

Tra la quarta e l’ottava settimana di vita, ha luogo il lento passaggio dall’alimentazione lattea ai cibi solidi. I gattini iniziano a mostrare interesse per la ciotola della madre e si alimentano, in modo alternato, con il latte materno e con cibi solidi, mentre il flusso latteo nella madre gradualmente si riduce.

 

Circa fra l’ottava e la decima settimana il gattino può passare a un’alimentazione basata interamente sul cibo per gatti. Offrigli inizialmente alimenti completi, di alta qualità, specifici per cuccioli. In commercio si trova un’ampia gamma di prodotti nel settore del cibo speciale per cuccioli.

 

Solo all’età di circa sette mesi, il gattino è cresciuto abbastanza affinché si possa effettuare un passaggio graduale dal cibo per cuccioli al cibo per gatti adulti. È meglio non dare al gattino cibo per gatti adulti prima dei sette mesi: ciò potrebbe causare una grave sottoalimentazione, come spiegato in seguito. Dovresti utilizzare la fase di passaggio al cibo solido per far conoscere al gattino la maggior varietà possibile di gusti e anche di marche: l’esperienza precoce della varietà fa sì che l’animale adulto non sia schizzinoso. Alcuni gatti, tuttavia, sono ipersensibili rispetto ai continui cambiamenti e possono accusare disturbi intestinali. In tal caso, dovresti chiedere consiglio al veterinario.

 

Ein Kitten liegt auf dem Boden.

Cos’ha di particolare il cibo per cuccioli di gatto?

La prima fase della vita di un gattino è costituita principalmente da due cose: esplorare il mondo e crescere. L’organismo del piccolo gatto domestico compie un lavoro pesante: nel giro di pochi mesi un animaletto minuscolo e indifeso diventa una creatura agile e piena di energia, padrona del proprio ambiente. Il peso corporeo si moltiplica, mentre i movimenti buffi e incerti lasciano il posto a una forma fisica mozzafiato e a sorprendenti capacità atletiche. Tutto ciò può svilupparsi in modo salutare solo se il gattino riceve un’alimentazione contenente tutte le componenti necessarie in proporzione adeguata all’età. Un cucciolo di gatto ha un fabbisogno energetico circa doppio rispetto a un gatto adulto, quindi il cibo per gattini ha valori nutrizionali proporzionalmente più elevati.

 

Il piccolo stomaco di un gattino è adatto ad assumere di piccole porzioni di cibo; per una “porzione da adulti” non c’è semplicemente spazio a sufficienza. Il cucciolo necessita anche, a differenza del gatto adulto, di alimentarsi con molte piccole razioni suddivise equamente durante l’intera giornata. Il cibo per cuccioli di gatto deve contenere proteine facilmente digeribili; tale cibo ad alta digeribilità è adatto al metabolismo veloce del gattino e rende possibile l’assimilazione della maggior quantità possibile di aminoacidi. Poiché a ogni pasto soltanto poco cibo può essere assimilato, mentre il fabbisogno energetico del micetto è piuttosto alto, dovreste optare per un cibo particolarmente energetico. Il cucciolo di gatto, fin dall’inizio, deve avere a disposizione anche cibo secco: la masticazione di pezzetti di cibo più duri rafforza la muscolatura mandibolare e previene il tartaro. Assicurati che vi sia sempre accesso all’acqua potabile. Se i gattini ricevono esclusivamente cibo umido nelle prime settimane di vita, la mandibola potrebbe svilupparsi in modo insufficiente.

 

Un buon cibo per cuccioli di gatto contiene, in dosi adeguate:

  • Sostanze nutritive principali: proteine animali ad alto valore nutritivo e acidi grassi (omega 3 e 6)
  • Macroelementi e oligoelementi (ad esempio calcio, selenio, magnesio)
  • Aminoacidi (ad esempio taurina, arginina)
  • Vitamine

Come impara il mio gatto a mangiare dalla ciotola?

I gattini imparano a mangiare dalla ciotola guardando e imitando la loro mamma. Tuttavia, così come i neonati hanno difficoltà a passare dal biberon a piatti e posate, la ciotola può disorientare i gattini in un primo momento. La causa è molto semplice: fintanto che il gattino succhia dalla mammella o viene alimentato con il biberon, la fonte di nutrimento si trova orizzontalmente davanti al suo muso, o poco al di sopra di esso. Per mangiare dalla ciotola, invece, il gattino deve abbassare la testa e sollevare i pezzi di cibo. Questo meccanismo deve essere appreso e richiede un po’ di lavoro sulla coordinazione. Se devi allevare un gattino senza l’assistenza di mamma gatta, è necessario un espediente e un po’ di pazienza. Metti il cibo su un cucchiaio e tienilo davanti al muso del gattino, in modo tale che esso possa mangiare dal cucchiaio all’altezza del naso. Se l’operazione ha esito positivo, abbassa il cucchiaio sempre più, fino a quando l’animale avrà interiorizzato l’assunzione del cibo “dal basso” e userà la ciotola senza bisogno di aiuto.

Di cosa bisogna tener conto nell’alimentazione dei gatti anziani?

Circa a partire dall’età di otto anni un gatto viene considerato anziano. Poiché un gatto sano, e in circostanze prive di altre complicazioni, ha un’aspettativa di vita che va dai quindici ai venti anni, il periodo di tempo in cui si deve utilizzare un tipo di alimentazione per gatti anziani è piuttosto lungo. All’ottavo anno di vita l’organismo del gatto subisce dei cambiamenti: anche se l’animale è ancora in forma e agile, la digestione diventa meno efficiente e il metabolismo rallenta. Anche gli organi non funzionano più in modo perfetto.

 

Eine Katze frisst Nassfutter aus einem Napf.

 

La composizione del cibo per gatti anziani tiene conto di questo: contiene meno proteine e fosforo, sgravando così la funzionalità renale. All’animale, che diventa complessivamente più tranquillo, si addicono un minore contenuto energetico e sostanze facilmente digeribili. Una somministrazione di integratori alimentari di sostegno in determinati momenti della vita, ad esempio durante il cambio della pelliccia, può essere una scelta sensata, ma deve comunque essere discussa col veterinario.

Quadro riassuntivo sull’alimentazione dei cuccioli di gatto

Fasi della crescita:

  • 4. – 8ª settimana di vita: passaggio graduale dall’alimentazione lattea al cibo solido
  • 8. –10ª settimana di vita: passaggio completo al cibo per gatti
  • Circa 7 mesi: passaggio dal cibo per cuccioli al cibo per gatti adulti
Loading...

Altri articoli che potrebbero interessarti