• Spedizione gratuita da 45 €
  • Reso gratuito entro 30 giorni
  • Più di 8.000 articoli
Eine Katze schaut die andere an.

La convivenza dei gatti: stress di relazione o amicizia fulminante?

Se hai intenzione di dare a due gatti una nuova casa, bene, questo è teoricamente possibile. La maggior parte dei gatti da appartamento apprezza la presenza di un loro simile. Gli animali amici giocano insieme, si puliscono a vicenda e, se l’amore reciproco è particolarmente importante, si coccolano. Questo allevia anche i padroni che lavorano, perché il gatto sarebbe rimasto solo a casa per molte ore al giorno.

Loading...

Aspettare in gruppo la persona umana amata è molto più facile. Tuttavia va considerato che i gatti non sono immediatamente empatici con un nuovo arrivato, al contrario: Quando due gatti si incontrano per la prima volta possono anche volare piatti. Perciò, preparati con attenzione al loro primo contatto.

 

Come si svolge normalmente la convivenza nel gruppo di gatti?

Molte persone ritengono che i gatti abbiano un’indole per natura solitaria. È falso. È vero invece che i gatti vanno sempre da soli a caccia. A parte questo, il comportamento sociale dei gatti domestici è sorprendentemente simile a quello delle complesse interazioni all’interno di un branco di leoni. Per i gatti selvatici, infatti, è facile osservare che si riuniscono in gruppi e occupano dei territori. Questi gruppi sono composti in genere da femmine imparentate con la prole e qualche maschio. I gatti maschi adulti occupano i propri territori o si uniscono a un gruppo di gatti; di questi fanno parte anche vere e proprie gang di gatti. All’interno di questi gruppi vi sono due strutture principali: da un lato esiste una gerarchia che gli animali rispettano, con la possibilità di salire e scendere nelle lotte in ordine di gerarchia. Questa struttura sociale dà stabilità al gruppo.

 

Dall’altra, ogni gruppo è caratterizzato da simpatia e antipatia tra gli individui: possono registrarsi sia amicizie forti tra i gatti, così come comportamenti neutri o forte odio. Il fattore comune a tutti i problemi di relazione è il territorio: l’ambiente.

Zwei Katzen fressen aus Näpfen

Quali sono i problemi che possono insorgere quando si mettono insieme dei gatti?

Ci sono diversi motivi per accogliere un altro gatto: per fare compagnia al proprio gatto che è stato sempre solo, colmare il vuoto di un gatto appena deceduto oppure perché si vuole ampliare la famiglia. In ogni caso, questa situazione è estremamente delicata sia per i gatti già insediati sia per il nuovo arrivato: se i gatti si incontrano senza nessuna preventiva preparazione, il nuovo arrivato potrebbe sentirsi trascinato in territorio straniero senza la possibilità di vie di fuga.

 

Il gatto dominante, invece, viene messo di fronte a uno sconosciuto, potenziale minaccia per le sue risorse. Dunque preparati al fatto che all’inizio tra i gatti ci saranno frizioni e battaglie a cui, però, non devi dare troppo peso: questi conflitti sono necessari per consentire agli animali di stabilire una gerarchia. Una volta deciso chi è il gatto dominante, o meglio, il “padrone di casa”, la situazione si calma.

Trucchi per un positivo affiancamento di gatti

Puoi fare molto per ridurre al minimo i problemi prevedibili in vista della socializzazione dei gatti. Assicurati che gli animali possano stare bene insieme!

 

  • Età: il gatto nuovo e quello dominante dovrebbero avere un’età simile. Un cucciolo vivace può velocemente diventare troppo faticoso per un anziano. Pochi problemi, invece, si presentano avvicinando un cucciolo a una gatta esperta.
  • Sesso: è quasi impossibile far convivere due gatti non sterilizzati. Per i castrati di entrambi i sessi, invece, l’unione non è quasi mai un problema, a condizione che gli animali siano simili dal punto di vista del temperamento e dell’età.
  • Carattere: prima di arruolare un nuovo arrivato, cerca di scoprire il più possibile quale sia la sua indole. Assicurati che entrambi gli animali siano simili e che un allegrotto conviva insieme a un altro altrettanto vivace.

 

Il passo successivo è quello di garantire che gli animali familiarizzino l’uno con l’altro in condizioni controllate.

I seguenti fattori possono essere di aiuto nella convivenza tra gatti:

  • Separazione dello spazio: indipendentemente da quanto sia bravo e amichevole il tuo quattro zampe, non lasciare che gli animali stiano insieme nei primi momenti. Prepara una stanza riservata al nuovo coinquilino. Dovrà avere a disposizione tutto ciò di cui un gatto ha bisogno durante i primi giorni: Una ciotola per cibo, dell’acqua, una lettiera per gatti, un albero tiragraffi, giocattoli e una cuccia. Tieni il tuo gatto lontano da questa stanza già alcuni giorni prima, in modo che non colleghi il fatto di non poterci entrare alla presenza del nuovo arrivato. Se possibile, fai portare il nuovo gatto in casa da un “complice” e nel frattempo distrai il tuo gatto.
  • Contatto olfattivo: prepara gli animali all’incontro e suscita l’interesse l’uno per l’altro, ad esempio sostituendo le coperte o strofinandole con lo stesso panno.
  • Zona di protezione: se dopo alcune ore il nuovo gatto si è acclimatato nel nuovo ambiente, sarà possibile iniziare un primo contatto che, però, dovrà essere assolutamente protetto o non spalancando la porta o interponendo una barriera di separazione. A questo scopo potrai trovare presso il commercio specializzato griglie di sicurezza speciali che possono essere incardinate nel telaio della porta. Attraverso la griglia, i gatti possono annusarsi e vedersi senza azzuffarsi e senza che il nuovo arrivato invada il territorio del padrone di casa. Mantieni il contatto attraverso la griglia per diversi giorni e resisti alla tentazione di rimuoverla, anche se i gatti sembrano essersi reciprocamente simpatici.
  • Neutralità: non intervenire quando, finalmente, i gatti sono arrivati a un contatto diretto e si scontrano. Scontri del genere sono necessari per riaffermare la gerarchia. Naturalmente, questo non può finire con un esito che comporti lesioni per gli animali.
  • Correttezza: non dare al padrone del territorio un motivo di gelosia e tratta entrambi i gatti con la stessa attenzione.

Quanto tempo occorre per far convivere dei gatti?

Le prime notti, i gatti dovranno essere assolutamente separati tra loro. I contatti attraverso la griglia possono infittirsi gradualmente. Tuttavia, ricorda che l’armonizzazione tra i gatti può richiedere alcune settimane o addirittura mesi, a seconda del loro carattere.

 

Loading...

Altri articoli che potrebbero interessarti