• Spedizione gratuita da 45 €
  • Reso gratuito entro 30 giorni
  • Più di 8.000 articoli
Eine Katze zerkratzt ein Möbel.

Se il gatto mostra gli artigli: cura delle unghie e pedicure

Senza gli artigli, i felini sarebbero gravemente compromessi: non potrebbero arrampicarsi sugli alberi tiragraffi e sui mobili, né tanto meno farsi le unghie sul divano o sulla carta da parati. Inoltre, gli servono anche per afferrare gli oggetti, acchiappare le prede o i giocattoli e, non da ultimo, per attaccare o difendersi dai propri simili. Se possiedi un gatto, hai sicuramente fatto più di una volta la conoscenza delle "unghie" del tuo amico a quattro zampe. Che sia per gioco o per esprimere il proprio carattere: sai esattamente quanto è affilato di solito un artiglio felino. E puoi immaginare cosa succede se gli artigli crescono troppo.

Loading...

Gli artigli dei gatti: una meraviglia anatomica

Gli artigli sono una vera e propria storia di successo nel regno animale. Uccelli, lucertole, rettili e la maggior parte degli animali a sangue caldo presentano questi particolari indurimenti alle estremità dei loro arti. Dal punto di vista anatomico appartengono ai cosiddetti “annessi cutanei” e sono composti dalla stessa sostanza che forma le corna degli animali; le varie percentuali di cheratina e osso determinano la struttura di zoccoli, unghie o artigli sull’ultima falange. C’è una caratteristica che contraddistingue unicamente gli artigli dei gatti in tutto il regno animale: solo i gatti e alcuni viverridi strettamente imparentati con i gatti sono in grado di ritrarli o estrarli a seconda della necessità. Ciò avviene tramite i tendini, che, attraverso la tensione o il rilassamento, sono in grado di estrarre o ritrarre l’artiglio, inguainato nelle tasche cutanee sulla zampa. Quando gli artigli non sono in uso, i legamenti li ritraggono passivamente. Durante la corsa, gli artigli sono retratti. I gatti non sono in grado di regolare la lunghezza degli artigli tramite la naturale abrasione sul suolo, come succede negli altri animali. Per questo motivo, gli accessori per gatti che consentono loro di affilarsi gli artigli sono molto importanti.

 

 

Quando è necessario tagliare gli artigli del gatto?

Artigli affilati, zampe curate. Quella di graffiare le superfici ruvide è un’abitudine comune a tutti i gatti. I gatti in semilibertà si fanno le unghie quando si arrampicano oppure sulla corteggia degli alberi, mentre quelli domestici utilizzano il loro albero tiragraffi. L’atto di graffiare consente di rimuovere le pareti esterne dell’artiglio. Alcuni gatti, tuttavia, non sfruttano a sufficienza questi strumenti per affilarsi gli artigli, oppure hanno degli artigli che crescono in modo eccezionalmente veloce e col tempo possono costituire un problema per l’animale. Inoltre, i gatti con disturbi muscoloscheletrici spesso non si affilano gli artigli perché quel movimento causa loro dolore. Nei gatti anziani, un’eccessiva crescita degli artigli può anche indicare ipertiroidismo.
Dovresti tagliare gli artigli del vostro gatto solo quando crescono così tanto da non consentire più all’animale di muoversi liberamente. Se, ad esempio, al tuo gatto capita di restare impigliato al tappeto durante la corsa o di ferirsi da solo quando si pulisce o si gratta, allora è necessario agire. Quando gli artigli del gatto sono troppo lunghi, possono anche rompersi o sfaldarsi e rischiare di ricrescere danneggiati. Bisogna evitare di arrivare a questo punto.

 

Ein Kitten spielt am Kratzbaum.

 

Nel nostro negozio online troverai l’articolo tiragraffi ideale per il tuo migliore amico

Vai al negozio online

Di quali strumenti c'è bisogno per tagliare gli artigli del gatto?

Proprio come per la manicure o la pedicure delle persone, serve uno strumento specifico per la cura delle unghie, disponibile presso i rivenditori specializzati.

 

Per la pedicure dei gatti sono necessarie tre cose:

  • Un paio di forbici per unghie che funzionano come un normale paio di forbici con due lame, dotate però di un filo speciale che si chiude su sé stesso quando si chiudono le forbici. Per gli artigli normali, basta un piccolo paio di forbici per unghie. Assicurati che siano ben affilate affinché funzionino correttamente.
  • Il tagliaunghie è uno strumento simile a una pinzetta, con due lame all’estremità. A differenza del tagliaunghie umano, presenta una rientranza in cui va inserita la punta degli artigli. Non utilizzare un tagliaunghie umano sui tuoi gatti: la sezione trasversale circolare dell’artiglio del gatto richiede una modalità di taglio diversa rispetto alle nostre unghie.
  • Le penne emostatiche sono acquistabili in profumeria, nel reparto rasatura. Occorre tenerne sempre una a portata di mano in caso di un eventuale incidente con lieve sanguinamento durante il taglio degli artigli.

 

Una peculiarità: Se non ti senti a tuo agio nel tagliare gli artigli del gatto o se pensi di non essere in grado di farlo a casa, ti consigliamo di affidarti all’aiuto esperto del tuo veterinario.

 

 

Fin dove bisogna tagliare gli artigli del gatto?

Tagliare gli artigli dei gatti richiede esercizio. La maggior parte dei gatti non ama che gli si tocchino le zampe. Si dovrebbe quindi cercare di abituare il gatto a farsi toccare le zampe già da piccolo, magari attraverso il gioco. Agisci con scaltrezza: un bocconcino al momento giusto fa in modo che il gatto colleghi il momento in cui gli si toccano le zampe a qualcosa di positivo. Aspetta a tagliare gli artigli finché il gatto non si sente rilassato. Un buon momento è dopo mangiato o quando è in uno stato di dormiveglia. Non costringere l’animale a farsi tagliare gli artigli e non tenerlo fermo con la forza: altrimenti rischi che l’animale si spaventi o metta in atto comportamenti di difesa. Per raggiungere bene l’artiglio, premi delicatamente con le dita sui cuscinetti e sulla parte superiore della zampa. Così facendo gli artigli dell’animale dovrebbero venire spinti verso l’esterno. Per i gatti con artigli chiari, di solito è facile distinguere in modo evidente la parte corneale dal midollo, che si trova vicino alla zampa. Il midollo è la parte “viva” dell’artiglio e contiene nervi e vasi sanguigni.

 

Un consiglio: prova a illuminare l’artiglio con una torcia. In questo modo è più semplice individuare i vasi sanguigni. Taglia gli artigli mantenendo sempre una distanza sufficiente dal midollo. Se il tuo gatto ha artigli così scuri da non riuscire a vedere il midollo, orientati in base all’artiglio più chiaro: la sezione midollare è distribuita allo stesso modo su tutti gli artigli.

 

Loading...

Altri articoli che potrebbero interessarti