• Spedizione gratuita da 45 €
  • Reso gratuito entro 30 giorni
  • Più di 8.000 articoli

Gatto che sporca fuori dalla lettiera: cosa fare?

Con i gatti che hanno libero accesso all’esterno di casa è un problema che normalmente non si pone. Ma più spesso di quanto si creda può invece capitare che i gatti che vivono esclusivamente in casa o che escono limitatamente si ritrovino a sporcare all’esterno della lettiera per i loro bisogni.

Che fare allora quando il proprio micio non evacua i propri bisogni all’interno dell’apposita cassettina che abbiamo predisposto per lui? Come prima cosa dobbiamo sapere che non si tratta di un dispetto: i gatti infatti non fanno dispetti, e il fatto di sporcare al di fuori o lontano dalla lettiera è legato a un cattivo apprendimento delle abitudini nel periodo iniziale di vita.

I gatti infatti, quando si tratta di evacuare, cercano un fondo idoneo in cui scavare una buca: a quel punto si acquattano e una volta finito ricoprono la buca. Quetso comportamento viene trasmesso dalla madre o da altri gatti adulti nel corso delle prime 4 settimane di vita, e se non appreso correttamente può portare il gatto a non utilizzare la cassettina per i suoi bisogni.

Una volta escluso il dispetto e capito che è un problema che proviene da lontano, si può cominciare a cercare di capire le cause di questo comportamento.

Potrebbe trattarsi di un problema di salute, per esempio di una cistite che moltiplica il bisogno di urinare, spesso a vuoto e spesso anche in modo doloroso. Anche nel caso di gastroenteriti o attacchi di dissenteria il gatto potrebbe ritrovarsi a scaricarsi lontano dalla lettiera.

La lettiera potrebbe non essere adatta. Sì, se ci mettiamo nel punto di vista del gatto, diventa normale capire che non tutte le lettiere sono adatte a tutti i gatti: per esempio potrebbero essere troppo piccole, oppure con poca sabbia o magari ancora essere posizionata in un posto non adatto, perché troppo frequentato o rumoroso.

Il gatto potrebbe anche non star urinando ma depositando marcature urinarie: si tratta di piccoli spruzzi di urina sulle pareti verticali che servono a marcare il territorio. Normalmente si tratta di un comportamento dell’età puberale e che scompare con la sterilizzazione, ma non è escluso che possa insorgere in età matura e che quindi richieda un approfondimento delle cause.

Infine si potrebbe trattare di un “semplice” conflitto tra gatti: quando in casa infatti ci sono due o più felini può capitare che qualcuno di questi finisca per essere vittima dell’aggressività degli altri, ritrovandosi a evitare la cassettina per scaricarsi in luoghi più appartati e lontani da agguati altrui.

In tutti questi casi prima di tentare soluzioni fai da te è bene rivolgersi al proprio veterinario o a un veterinario comportamentista, descrivendo abitudini e comportamenti del proprio gatto al fine di individuare con precisione prima le cause e poi le soluzioni al problema del gatto che non sporca all’interno della cassettina.