• Spedizione gratuita da 45 €
  • Reso gratuito entro 30 giorni
  • Più di 8.000 articoli
Eine Katze trinkt Katzenmilch aus einer Schale.

Gatti, latte e latte per gatti: un argomento complesso

Un gatto, che lecca felicemente il latte da una ciotola - questa è un’immagine tanto adorabile, che molte persone hanno in mente. La congettura, in base alla quale il latte sia un alimento che i gatti amano e di cui hanno bisogno, si è affermata nel corso delle generazioni. Vero è anche: Una piccola ciotola di latte dall’odore invitante difficilmente lascerà un gatto indifferente. E nonostante tutto: il latte vaccino non è un alimento adatto per i tuoi gatti e non è, generalmente, ben tollerato dal nostro coccolone.

Loading...

I gatti possono bere latte?

Molti gatti non tollerano il lattosio contenuto nel latte vaccino. Paragonabile all’intolleranza umana al lattosio, il piacere di latte provoca indigestione sotto forma di nausea, diarrea e vomito. Tutto questo ha motivi fisiologici: ogni mammifero neonato dipende dall’approvvigionamento energetico sotto forma di latte materno.

 

I valori nutrizionali di ogni latte sono adeguati alle esigenze di ogni specie: più rapidamente si sviluppa un cucciolo, più nutriente è il latte prodotto dalla madre. Per poter metabolizzarlo, lo stomaco del giovane animale forma un enzima, la lattasi. Con il suo aiuto, il lattosio viene scisso e può essere fornito all’organismo. Durante lo svezzamento, l’organismo riduce la produzione di lattasi e, alla fine, la interrompe completamente. Il latte non è più facilmente digeribile. Per questo motivo, i mammiferi adulti non bevono latte, anche se hanno la possibilità di farlo.

 

Intolleranza al lattosio negli animali e negli esseri umani: un legame storico

A differenza delle persone: Quando i nostri antenati hanno iniziato ad allevare bovini e piccoli ruminanti come pecore e capre in tempi antichi, il latte è stato presto riconosciuto come un alimento di alta qualità, che fornisce energia. Nel corso di molti millenni, l’organismo umano si è abituato al latte e ha sviluppato la capacità ereditaria di digerirlo. Solo una certa percentuale di persone presenta intolleranza genetica al lattosio. È molto più comune nell’Asia orientale, dove l’allevamento del bestiame da latte è storicamente poco diffuso. Questa è una chiara indicazione che la capacità di digerire il latte in età adulta deriva da un’interazione tra sviluppo culturale ed ereditarietà.

 

Ma torniamo ai gatti…

… e la sua passione culinaria per il latte. Anche in questo caso, l’uomo ha un ruolo. I gatti domestici erano compagni di casa indispensabili come cacciatore di topi, soprattutto nelle zone rurali. Nelle fattorie, spesso le mucche venivano allevate e, naturalmente, munte. La disponibilità e la conoscenza del latte come fonte di cibo salutare e la presenza di gatti hanno portato le persone ben intenzionate a offrire occasionalmente latte agli animali. E in realtà: I cosiddetti “gatti della fattoria”, che sono abituati da piccoli al latte, come gli esseri umani, hanno sviluppato una certa tollerabilità al lattosio, che può essere ereditata.

 

I gatti che si sbrodolano con il latte è un’immagine ricorrente. Ma ricorda: Oggi i nostri animali non sono più allevati in un’azienda da latte e la tolleranza al lattosio non è diffusa in tutta la specie. Quindi questo significa: Anche se il tuo gatto è tollerante al lattosio, non dovresti fare esperimenti nell’interesse del tuo animale. Supponi che il latte non sia ben tollerato dal tuo gatto domestico e che possa causare altri problemi oltre a mal di stomaco.

Che ne dici del latte senza lattosio per gatti?

Il problema più grande è il lattosio. Quindi si pensa che un’ottima alternativa sia semplicemente servire al gatto domestico il latte senza lattosio. Ma neanche questo va bene, e per capirlo dobbiamo pensare al latte materno che il cucciolo assume quando è piccolo. Un vitello che prende il latte materno, lo fa stando in piedi sulle proprie zampe subito dopo la nascita e, se necessario, deve essere in grado di scappare dai predatori. Perciò, ha bisogno di molta energia che assume grazie all’alto contenuto di grassi presente nel latte materno. I gatti, invece, subito dopo la nascita rimangono accoccolati alla mamma e hanno un consumo energetico molto inferiore. Di conseguenza, il latte materno per gatti ha un contenuto di grassi inferiore. Il latte senza lattosio sarebbe, quindi, digeribile per il gatto, ma una vera bomba calorica che danneggia la salute dell’animale.

Perché il latte è tabù, ma il formaggio no?

I prodotti lattiero-caseari trasformati, d’altra parte, sono altrettanto ricchi di calorie, ma sono presenti negli snack per gatti e sono molto apprezzati dai gatti domestici. Sono una buona fonte di proteine, ​​che può essere somministrata con moderazione, cioè come bocconcino. Per quanto riguarda il formaggio, la lunga stagionatura fa sì che lo zucchero del latte scompaia quasi del tutto dal prodotto. Il parmigiano e le varietà simili non rappresentano più un pericolo. Anche i prodotti lattiero-caseari fermentati da batteri cambiano la composizione chimica. Il formaggio fresco in fiocchi si è dimostrato anche un rimedio di primo soccorso contro la diarrea. Tuttavia, stiamo parlando di piccole porzioni di tali prodotti lattiero-caseari, come un pezzo di formaggio a pasta dura delle dimensioni di un’unghia o un cucchiaio di formaggio fresco in fiocchi. La quantità di lattosio assorbita con queste piccole porzioni è così bassa che non causa generalmente alcun disagio al gatto.

Nota: Poiché i latticini hanno un alto contenuto di sale e fosfato, se la tua tigre soffre di malattia renale, è meglio evitare di assumere formaggio.

Che cos’è esattamente il latte per gatti?

Il tuo buongustaio è un grande fan del latte nonostante tutte le avversità? La tigre non deve rinunciare a questo. Il negozio di alimenti per animali ha una soluzione appositamente ideata. Lo speciale latte per gatti è a ridotto contenuto di lattosio, adeguato al fabbisogno nutrizionale del gatto e particolarmente interessante come integratore alimentare. Infatti, è in genere in aggiunta con taurina, un amminoacido fondamentale per la salute del gatto. Il latte per gatti apporta anche vitamine e calcio. Una preziosa alimentazione supplementare per gatti in gravidanza, allattamento o indeboliti o stressati per altri motivi.

 

Attenzione: Il latte per gatti non è una bevanda
Non c’è niente di sbagliato nel trattare, di tanto in tanto, il gatto con una ciotola di latte per gatti come prelibatezza, ma il latte non sostituisce l’acqua potabile.

Loading...

Altri articoli che potrebbero interessarti