• Spedizione gratuita da 45 €
  • Reso gratuito entro 30 giorni
  • Più di 8.000 articoli

Cosa dare da mangiare a un gatto schizzinoso

Molti proprietari sostengono che il proprio gatto è schizzinoso in fatto di cibo. Per esempio è esperienza abbastanza comune che i gatti rifiutino le crocchette avanzate nella ciotola e ne pretendano di nuove, anche miagolando intensamente. Oppure che, dopo aver annusato il cibo, si voltino dall’altra parte rinunciando a mangiarlo. O ancora che non gradiscano i cambi di sapore del cibo, sia le crocchette secche che l’umido, anche se si tratta della stessa marca abituale.

Perché il gatto è schizzinoso

Benché si tenda a pensare che il gatto sia schizzinoso, è più corretto parlare di gatti che sono esigenti in termini di alimentazione, e la scienza è riuscita a spiegare questo loro atteggiamento selettivo nei confronti del cibo. Una ricerca condotta dal Monell Chemical Senses Center di Philadelphia ha infatti appurato come i gatti abbiano particolarmente sensibili i recettori del gusto amaro: questo senso del gusto amaro così spiccatamente sviluppato è il risultato di un’evoluzione millenaria che ha portato i gatti a riconoscere i cibi tossici, potenzialmente mortali, da quelli invece commestibili. Erbe tossiche e tossine rilasciate dai batteri hanno infatti un sapore spiccatamente amaro e, nel tempo, il gatto avrebbe imparato a starne alla larga.

Cosa dare da mangiare a un gatto esigente

Non tutti i gatti sono così selettivi rispetto al cibo, e talvolta possono concorrere anche altri fattori nel rapporto che il gatto ha con il cibo: per esempio i gatti semi-liberi potrebbero trovare altrove del cibo e mangiare poco, o controvoglia, quello che gli viene proposto in casa. Ma escluse queste variabili esterne, davanti a un gatto esigente rimane il problema di cosa dargli da mangiare. Una ricerca condotta dal Walthman Centre for Pet Nutrition ha dimostrato come i gatti siano in grado di percepire e riconoscere la composizione di nutrienti nel cibo e per questo accettare o meno il mangime che gli viene proposto.

I mangimi per i gatti che fanno fatica a mangiare

Di fronte a un gatto esigente o schizzinoso è allora importante evitare di modificare continuamente la dieta, offrendogli ogni giorno alimenti sempre diversi: in poco tempo penserebbe che si è disposti a farlo sempre, generando ancor più confusione. È invece meglio scegliere alimenti specifici per gatti esigenti, magari dopo averne parlato con il proprio veterinario, e lasciargli il tempo di percepire la composizione di nutrienti di quelle crocchette, bocconcini o patè umido. Numerosi marchi di cibo per animali hanno infatti delle linee di prodotto specifiche per animali difficili quando si tratta di mangiare: per esempio Select Gold ha un’intera linea di crocchette e umido chiamata Acceptance con composizione specifica per gatti esigenti o schizzinosi sia giovani che adulti, anche sterilizzati, che vivono in casa oppure semi-liberi.