• Spedizione gratuita da 45 €
  • Reso gratuito entro 30 giorni
  • Più di 8.000 articoli
Ein Napf voll Katzenfutter.

Conservare alimenti per gatti: Come conservare correttamente l’alimento per gatti

È nella natura del gatto mangiare il cibo a più riprese durante la giornata. Fin qui, tutto bene. Ma ricorda: Che cosa fate con la scatola aperta del mangime? Affinché il cibo per gatti rimanga fresco fino al successivo pasto e sia sicuro sia contro i parassiti che contro le tendenze da ladruncolo degli animali domestici, esistono diversi trucchi e ausili.

Loading...

A cosa bisogna fare attenzione per la conservazione di un alimento per gatti?

Durante la conservazione del mangime per gatti, così come la manipolazione degli alimenti destinati al consumo umano, deve essere garantita la freschezza e la qualità, e deve essere esclusa qualsiasi alterazione esterna. I parassiti, la muffa e anche il gatto non hanno bisogno di cercare riserve di cibo. I sistemi di conservazione in plastica sono particolarmente collaudati: Il materiale è igienico e insapore.

 

La struttura del contenitore di alimenti per gatti deve essere:

  • A prova di odore: Puoi nascondere ancora meglio la confezione aperta: Una volta che il gatto ha fiutato l’alimento, lo scopre e – l’occasione fa l’uomo ladro – lo mangia.
  • Chiusura solida: i gatti possono essere sorprendentemente abili e ingegnosi, quando si tratta di aprire le chiusure. Le chiusure scorrevoli o a scatto sono facili da aprire. Se possibile, utilizzare coperchi o tappi a vite ben fissati.
  • Robustezza: il materiale della lattina deve essere sigillato in modo da resistere a cadute e rimanere ben chiuso. In questo modo, non solo impedirai all’animale domestico di servirsi clandestinamente, ma risparmierai anche il faticoso compito di raccogliere, ad esempio, il mangime sparso sul pavimento.

Come posso conservare il cibo secco per gatti?

Spesso puoi trovare offerte quando acquisti confezioni sfuse. Ma anche con una scatola di alimento secco di dimensioni normali può bastare diverse settimane. Ciò significa che una volta aperto la confezione di mangime, il contenuto deve essere conservato bene e in modo sicuro, affinché la consistenza e la qualità del prodotto rimangano invariate.

 

 

Come faccio a mantenere fresco il mangime per gatti umido?

Una volta aperto, l’umido per gatti va in frigorifero, in ogni caso. Lì è al riparo dalle mosche, rimane fresco e protetto dall’essiccamento, in modo che il gatto possa ancora gustarne il sapore- I resti delle monoporzioni o del mangime BARF possono essere trasferiti in contenitori più piccoli per la conservazione della freschezza e conservati in frigorifero fino all’utilizzo finale. Evitare di miscelare i resti di diverse qualità nello stesso contenitore: questo potrebbe non piacere al tuo gatto. Anche i resti di cibo fresco da una confezione possono essere travasati in un barattolo per conservarne la freschezza. In alternativa, è possibile conservare coperchi in silicone adatti a essere messi sullo scatolame. Questo è meno complicato e consente di risparmiare inutili risciacqui.

 

Importante: l’alimento umido, una volta aperto, deve essere somministrato entro due giorni. Nonostante la conservazione in frigorifero, l’alimento per gatti nel tempo perde di qualità e, con il tempo, può deteriorarsi.

 

A proposito: non somministrare mai un alimento umido direttamente dal frigorifero. Prendilo circa un’ora prima per portarlo a temperatura ambiente e farne riacquistare l’aroma. Il cibo troppo freddo può causare dolore addominale.

 

 

Cosa posso fare se devo somministrare “in base alla disponibilità”?

Un caso speciale di conservazione del cibo è la fornitura di razioni, che devono essere conservate fresche e sicure fino al momento della somministrazione. Oggi, c’è una soluzione sotto forma di mangiatoie automatiche. Questi sistemi per la conservazione del cibo sono una soluzione pratica per chi lavora fuori casa, per garantire la cura del gatto, anche in caso di breve assenza.

 

Le mangiatoie automatiche rilasciano la razione di mangime attraverso un timer o un sensore. Fino ad allora, il cibo rimane in uno scomparto compatto e sicuro. Le mangiatoie automatiche sono adatte solo per l’alimento secco o secco e umido, a seconda del modello. Quelle per cibo umido hanno una funzione sottovuoto o di raffreddamento, per mantenere l’alimento fresco. Come ogni novità, il gatto deve prima abituarsi a questo tipo di alimentazione: Provare il dispositivo in presenza.

 

Tener presente: una mangiatoia automatica è concepita solo come soluzione a breve termine. In caso di assenze prolungate, una persona delegata affidabile deve prendersi cura dell’animale o, se non c’è altro modo, organizzare un soggiorno alla pensione per gatti.

Come mantenere il cibo fresco - quattro consigli

Consiglio 1: L’alimento secco per gatto acquistato da poco ha una durata di alcuni mesi. È importante che l’alimento secco sia conservato in un luogo fresco, buio e soprattutto asciutto. Quando l’alimento secco attira l’umidità, perde la sua consistenza e viene rifiutato dal gatto. Inoltre, esiste il rischio che il cibo inizi ad ammuffire. Parassiti come tarme o dermesti e le loro larve, ma anche alcuni acari e roditori, sono molto interessati all’alimento secco per gatti.

Consiglio 2: Anche se il cibo secco è spesso in commercio in una busta in alluminio, vale la pena travasare l’alimento e non affidarsi solo alla chiusura ermetica della busta perché l’artiglio affilato di un gatto è sempre in agguato. Se l’alimento secco viene venduto solo in scatole, è necessario trasferirlo perché una volta aperta la scatola non può essere chiusa in modo sicuro.

Consiglio 3: Le lattine di plastica con chiusure che preservano l’aroma o in barattoli da riporre in un armadio o cassetto buio sono particolarmente adatte per conservare alimenti secchi. L’oscurità è importante, perché gli ingredienti del cibo, come le vitamine, sono sensibili alla luce e possono deteriorarsi alla luce del sole.

Consiglio 4: Se il contenitore è vuoto, sciacquarlo accuratamente con acqua calda, prima di riempirlo. Non utilizzare il detersivo per piatti: anche piccoli residui di profumi possono trasferirsi dal contenitore al mangime. Questo non sfugge al naso sensibile del gatto; nel peggiore dei casi, l’animale rifiuterà l’alimento.

Loading...

Altri articoli che potrebbero interessarti