• Spedizione gratuita da 45 €
  • Reso gratuito entro 30 giorni
  • Più di 8.000 articoli
Eine Katze sitzt vor einem Futternapf.

Alimento per gatti senza cereali: dipende dalla quantità!

Cereali nell’alimento per gatti: all’inizio ci si meraviglia. Come predatori, i gatti sono carnivori e si nutrono in libertà di piccole prede. Il cibo naturale per gatti è, quindi, composto per quasi il 100% da componenti animali. I componenti vegetali, a cui il gatto non può rinunciare, vengono assorbiti, oltre che con snack selettivi di erba e piante, soprattutto attraverso il contenuto gastrico della preda. In questa occasione, oltre alle fibre vegetali, anche piccole quantità di cereali o semi entrano naturalmente nello stomaco del gatto.

Loading...

I gatti tenuti come animali domestici mostrano un grande interesse per i prodotti lavorati come il formaggio, ma pochi gatti penserebbero di mangiare una fetta di pane integrale secco. Le semenze, anche i cereali, non fanno semplicemente parte dello spettro alimentare di un gatto. Una certa proporzione di cereali non nuoce la maggior parte dei gatti, mentre altri reagiscono con problemi, come l’intolleranza al glutine.

 

 

Cos’è il glutine?

Il termine glutine è già stato sentito molte volte. Gli alimenti senza glutine occupano sempre più spazio negli scaffali dei supermercati, da diversi anni. Può sembrare che il glutine sia qualcosa di nocivo. Non è così: Il glutine è una combinazione di diverse proteine presenti naturalmente in molti tipi di cereali. Tra gli altri, giocano un ruolo importante nella lavorazione di alimenti come il pane. Tuttavia, il glutine non può essere metabolizzato facilmente da tutti gli organismi. Talvolta, agisce come allergene e può causare allergie (come malattia autoimmune) o infiammazione della mucosa dell’intestino tenue (come intolleranza alimentare) negli esseri umani e negli animali. Il danno alle membrane causa altri problemi digestivi. Il termine medico è celiachia.

 

 

Perché in alcuni alimenti per gatti sono presenti i cereali?

Se un gatto mangiasse esclusivamente carne, la sua funzione renale potrebbe danneggiarsi, alla lunga. È, quindi, necessario aggiungere una certa quantità di ingredienti vegetariani al cibo in lattina, come le fibre. Anche nel caso di BARF per gatti, una percentuale di componenti vegetali deve essere assolutamente presa in considerazione. In alcuni tipi di alimenti per gatti i cereali sono utilizzati come fibra e supplementi alimentari: in natura, ossa e pelo della preda assumerebbero la funzione di ingredienti indigesti. Nella produzione di mangimi industriali, gli additivi di cereali sono presenti sia nelle varianti di mangime secco che umido e negli snack per gatti. Il frumento viene utilizzato più comunemente, come l’orzo, l’avena o la segale. Per l’alimentazione del gatto, si può rinunciare ai cereali come fibra.

 

I cereali nell’alimento per gatti non sono nocivi, in generale, perché non tutti i tipi contengono glutine. Il riso o il mais, ad esempio, sono cereali molto saturi, che non contengono allergeni, ma rappresentano fonti preziose di potassio, magnesio, ferro e una serie di altri oligoelementi importanti per il gatto. Tuttavia, il consumo eccessivo può diventare problematico a causa del contenuto energetico. Quindi, la quantità e la varietà dei cereali sono sempre importanti. Inoltre, il metodo utilizzato per pretrattare i cereali svolge un ruolo importante.

 

Se lavorati correttamente, un gatto può digerire i cereali senza grossi problemi. Ciò ha a che fare con la decomposizione degli amidi contenuti mediante tecnologia alimentare. Un metodo comune per la produzione di alimento secco per gatti è l’estrusione, in cui gli ingredienti vengono brevemente riscaldati a 100 °C e combinati con vapore. In questo modo, l’amido nei cereali viene scomposto e per il gatto è più digeribile. L’alternativa è la pressatura a freddo in un processo a tamburo senza aggiunta di calore. In questo caso, l’amido contenuto nei componenti dei cereali rimane non scomposto.

 

 

È meglio se l’alimento per gatti è privo di cereali?

Anche la dentatura del gatto indica che non è un mangiatore di cereali: mancano molari forti e piatti. Il tratto digestivo del gatto è addestrato ad assumere una dieta povera di carboidrati, ma ricca di proteine. Il glutine è una proteina di origine vegetale. Tuttavia, come le persone affette da celiachia, anche i gatti possono sviluppare allergie o intolleranze alimentari ai cereali.

 

Le evidenze di sensibilità al glutine possono includere:

  • Problemi del pelo e della pelle
  • Diarrea
  • Postura anomala (indica dolore addominale)
  • Iperattività

Tuttavia, oltre alla possibile celiachia del gatto, una distribuzione non equilibrata dei nutrienti nell’alimento per gatti può essere un problema. Se il contenuto proteico di un alimento finito per gatti viene ridotto dai cereali a scapito del contenuto di carne, l’adeguato apporto di grassi e aminoacidi necessari dai componenti animali può risentirne. Assicurarsi che l’alimento per gatti contenga almeno il 70% di carne.

 

I cereali hanno un’elevata densità energetica con una bassa percentuale di acqua. Contiene molti carboidrati, cosicché un alimento per gatti contenente cereali può rapidamente rivelarsi un alimento che fa ingrassare, soprattutto nel caso di gatti domestici un po’ corpulenti. Inoltre, gli additivi di cereali possono influire negativamente sul contenuto di zucchero nel sangue, solidificare le feci del gatto e causare problemi con la defecazione. Il valore alcalino nell’urina del gatto può essere aumentato dai cereali presenti nell’alimento del gatto, che, a sua volta, può causare la formazione di cristalli urinari.

 

 

Di cosa è fatto l’alimento per gatti senza glutine?

Per evitare qualsiasi problema con i cereali nel mangime, è possibile somministrare al proprio gatto un alimento senza glutine.

 

Gli ingredienti dell’alimento per gatti senza glutine sono, in parte, componenti animali:

  • Carne di muscolo, pollame o pesce
  • Interiora (cuore, polmoni)

A ciò si aggiungono i componenti vegetali e gli integratori:

  • Verdure o patate
  • Cereali senza glutine, se presenti: riso, mais, miglio o amaranto
  • Fibre
  • Vitamine
  • Minerali

Anche per l’alimento per gatti senza glutine: zuccheri, esaltatori di sapidità e aromi non devono essere aggiunti alla formula. Non dovrebbe esserci alcuna limitazione per il piano alimentare del simpatico buongustaio. Nel frattempo, presso i rivenditori specializzati troverai una vasta gamma di alimenti per gatti senza cereali, sia come mangime secco che come mangime umido.

 

Loading...

Altri articoli che potrebbero interessarti