• Spedizione gratuita da 45 €
  • Reso gratuito entro 30 giorni
  • Più di 8.000 articoli
Border Collie liegt im Sand am Strand.

In spiaggia con il cane: pianificate una giornata indimenticabile.

Cosa c’è di più bello che trascorrere una giornata in spiaggia insieme al vostro cane? Il vostro amico a quattro zampe vivrà un’esperienza diversa, potrà scatenarsi e correre, incontrare altri cani e rinfrescarsi in acqua. Per trascorrere una bella giornata in spiaggia con il cane, occorre però fare attenzione a un paio di cose. Qui trovate tutti i consigli per una perfetta giornata in spiaggia.

Loading...

La giusta preparazione per una spensierata giornata in spiaggia con il vostro cane

Per garantire la riuscita di una giornata in spiaggia è fondamentale pianificare e preparare. Se non avete la fortuna di abitare vicino a una spiaggia, dovrete cercare tempestivamente un alloggio per voi e per il vostro fedele compagno. Informatevi anche sul permesso di portare il cane in spiaggia. In alcune spiagge vige il divieto d’ingresso per i cani, in altre è obbligatorio tenere il cane al guinzaglio. Soprattutto lungo coste ampie e sabbiose, i cani sono i benvenuti in molte spiagge e, addirittura, le spiagge possono essere riservate ai cani. Gli uffici di informazione turistica del luogo, una breve ricerca su Internet o app specializzate in spiagge per cani possono darvi le informazioni necessarie.

Se decidete di portare il cane in spiaggia, dovete fare attenzione a quanto segue:

  • Importante: Portate il cane in spiaggia o in acqua solo se perfettamente in salute. I cani anziani o deboli possono stancarsi facilmente.
  • Se il vostro cane soffre di disturbi circolatori, epilessia o altre infezioni, dovrete annullare la gita, specie se ha la febbre.
  • Prima della gita, non date al vostro cane troppo cibo, perché uno stomaco troppo appesantito non è l’ideale per scatenarsi.
  • Portate con voi acqua in abbondanza e una ciotola, soprattutto se andate al mare, per via della salsedine.
    Se state via l’intera giornata, portate con voi un pasto completo per il cane.
  • Non dimenticate di infilare nello zaino un kit di pronto soccorso da viaggio (per voi e per il cane), perché frammenti di vetro, rocce appuntite, molluschi o ricci di mare possono minare la vostra giornata in spiaggia. La Guida “Cani e primo soccorso” vi fornisce informazioni sul contenuto del kit.

Come iniziare: ecco alcune cose a cui fare attenzione prima di portare il cane in spiaggia

Anche i cani possono scottarsi al sole. Soprattutto quelli con il pelo fine e corto e la pelle chiara. Per evitarlo, applicate della crema solare sui punti poco coperti dal pelo, come i lati delle orecchie, il dorso del naso e la pancia. Sotto il solleone esiste anche il pericolo del colpo di calore. Cercate di ripararvi all’ombra, sotto l’ombrellone o sotto un albero. La mattina presto e il tardo pomeriggio sono i momenti migliori per una passeggiata in spiaggia con il cane.

 

Se portate il cane in spiaggia, dovete conoscere alcune regole di comportamento sociale: Un cane educato risponde a un segnale di stop e si ferma se richiamato. Tenete sempre d’occhio il cane, per evitare che afferri qualcosa. Ovviamente il cane non deve accedere ai teli e ai cestini da pic-nic degli altri ospiti della spiaggia. State attenti che il vostro cane non disturbi gli altri bagnanti. Naturalmente, dovrete raccogliere immediatamente le sue deiezioni. In questo modo, il vostro cane sarà sempre benvenuto in spiaggia.

Tutti in acqua: Quello che i cani, solitamente, ma non sempre, amano

Per molti cani è una vera gioia scatenarsi in acqua, nuotare o addirittura immergersi. Palline speciali, frisbee e altri giochi acquatici stimolano al gioco acquatico anche i cani meno amanti dell’acqua. Tuttavia, non tutti i cani sono amanti dell’acqua.

 

Se il vostro cane non vuole andare in acqua, rispettatelo. Siate prudenti nell’incoraggiarlo a non avere paura dell’acqua. Il gioco con la canna da pesca può aiutarlo ad avvicinarsi lentamente alla riva. Cominciate da un punto in cui l’acqua è poco profonda e calda. Scegliete una riva calma o un torrente, in questo modo il cane si sente più sicuro, perché conosce la via per uscire velocemente dall’acqua.

 

Controllate che il vostro cane non ingerisca troppa acqua salata, che può provocare rapidamente disidratazione e nausea. Fatelo uscire dall’acqua non appena scorgete i primi segni di stanchezza. Molti cani non sanno quando smettere di giocare e rischiano di cedere.

 

Nei fiumi, occorre fare attenzione alla corrente. Nuotatori non esperti possono venire trascinati e non sono più in grado di tornare a riva. Punti di attracco o a strapiombo sul mare con traffico di imbarcazioni devono essere in ogni caso evitati. Lì si trovano spesso funi o ami, che possono facilmente ferire il cane. È particolarmente pericoloso se il vostro migliore amico ingerisce un amo. In questo caso: mantenete la calma. Non cercate di estrarre l’amo ingerito, piuttosto contattate subito un veterinario.

 

In caso di brutto tempo, con mare molto mosso o forti correnti, tenete il cane lontano dall’acqua.

Dopo il bagno: a cosa bisogna fare attenzione?

Eliminate la sabbia e i residui di salsedine dal pelo, lavando il cane in acqua dolce. Successivamente, asciugate bene il cane, per evitare che prenda un raffreddore. Controllate bene le sue orecchie, poiché eventuali residui di acqua salata possono provocare una dolorosa infiammazione, lunga e difficile da guarire.

 

Al termine della giornata in spiaggia, offrite al vostro cane un pasto adeguato. Dopo il bagno, il gioco e la corsa in spiaggia, sicuramente il vostro cane sarà molto affamato e avrà bisogno di riposare per generare nuove energie.

 

State pensando a una vacanza al mare con il vostro cane? Abbiamo raccolto alcuni consigli, in modo che possiate godervi al massimo e senza problemi queste vacanze insieme al vostro cane: vai alla Guida “Viaggiare con il cane”.

Loading...

Altri articoli che potrebbero interessarti

Panoramica degli altri argomenti