• Spedizione gratuita da 45 €
  • Reso gratuito entro 30 giorni
  • Più di 8.000 articoli
Ein Welpe ist beim Tierarzt.

Sverminazione nel cane: procedere con successo contro i parassiti.

Quando i cani giocano e annusano, entrano in contatto con i vermi o le loro uova, prima o poi. Per fermare lo sviluppo dei parassiti e prevenire malattie pericolose, esistono diverse strategie. Qui potete scoprire come combattere i vermi e cosa fare quando si somministrano trattamenti antiparassitari.

Loading...

Informazioni su vermi e sverminazione

I cani che vivono in modo adeguato alla specie e che possono correre liberamente entrano in contatto con i vermi. Questo è inevitabile ed è un processo naturale.

 

I nostri cani entrano in contatto quotidianamente con le secrezioni di altri cani e animali: giocare sul prato, passeggiare, cacciare nel bosco, annusare e leccare piante, carogne ed escrementi. In questo modo assorbono le uova dei vermi attraverso il naso e la bocca.

 

I parassiti dei vermi non sono pericolosi solo per i nostri quattro zampe, ma possono anche passare sulle nostre mani, ad esempio, quando accarezziamo il cane, e poi al nostro organismo. Colpiscono gli organi interni e possono causare gravi malattie. Per maggiori informazioni sulle malattie tra cane e uomo, leggete la guida alla salute di Maxi Zoo Zooantroposi.

 

I sintomi dell’infestazione da vermi nel cane si manifestano solitamente molto tardi. Tra questi sono inclusi diarrea, inappetenza o variazione dell’appetito, all’occorrenza dimagrimento e prurito all’ano (“andare in slitta”). Nella fase avanzata possono essere presenti vomito e alterazioni cutanee e del pelo.

 

I veterinari e gli esperti sulla salute animale raccomandano una sverminazione regolare dei cani, in modo da escludere il rischio di contrarre la toxocariasi e la tenia della volpe.

Con quale frequenza deve essere sverminato il cane?

Questa domanda è ampiamente discussa da proprietari di cani, veterinari ed esperti. Una cosa è certa: In caso di infestazioni acute da vermi, è assolutamente necessario sverminare. È quindi importante ricostituire la flora intestinale del cane. La maggior parte dei veterinari raccomanda una profilassi antiparassitaria ogni 3-4 mesi. Ma com’è effettivamente la sverminazione come misura preventiva?

Cosa succede in un “trattamento antiparassitario”?

Gli agenti antiparassitari di oggi non sono più così stressanti per il corpo del cane come alcuni anni fa. La maggior parte dei cani non manifesta effetti collaterali visibili agli esseri umani. Tuttavia, come per tutti i farmaci, possono manifestarsi effetti collaterali come diarrea o letargia. Molto raramente, il cane può presentare problemi neurologici, soprattutto in caso di forte infestazione/morte dei vermi.

 

Sono disponibili preparati antiparassitari di molti produttori diversi e con azioni diverse. Hanno il compito di uccidere i parassiti nell’intestino del cane. Sono spesso utilizzati agenti come milbemicina ossima e praziquantel (ad esempio, in Milbemax®). Se avete domande sui preparati o desiderate chiedere un secondo parere sulla sverminazione, i nostri veterinari del dr. Maxi Zoo sono a vostra disposizione online.

 

La milbemicina ossima agisce contro acari e filaria, mentre il praziquantel è somministrato in caso di sanguisughe e tenie. Entrambi i preparati paralizzano o meglio contraggono i muscoli dei parassiti, che sono uccisi ed eliminati rapidamente.

 

È inevitabile che la flora intestinale del cane sia compromessa da ogni dose di antiparassitario. Gli effetti tardivi sulla salute di un trattamento antiparassitario regolarmente somministrato per decenni non sono prevedibili, a meno che l’industria farmaceutica non conduca studi a lungo termine sull’argomento.

 

24 ore dopo la conclusione del trattamento antiparassitario, il vostro cane può contrarre immediatamente i vermi. Non esistono vaccini contro vermi e acari.

Hund bekommt Wurmkur

La via leggermente diversa: esami regolari delle feci

Chi vuole evitare al proprio cane l’assunzione di farmaci per tutta la vita, ha a disposizione un metodo proattivo per controllare l’effettiva infestazione parassitaria: l’analisi delle feci.

 

Per i cani allergici, malati, anziani o generalmente debilitati, l’esame delle feci è una buona alternativa ai trattamenti antiparassitari somministrati a caso.

Procedere come segue:

  • Raccogliere tre campioni di feci per tre giorni consecutivi, in quanto i vermi/le uova non sono eliminati con ogni defecazione del cane.
  • Consegnateli al laboratorio veterinario o al veterinario per l’analisi dell’eventuale infezione parassitaria.
  • In caso di infestazione da vermi accertata, è indispensabile un trattamento antiparassitario.
  • Effettuare regolarmente l’analisi delle feci ogni tre mesi circa, in modo da assicurarsi un cane privo di vermi.

Sverminazione del cane: costi dei trattamenti antiparassitari e delle analisi delle feci

  • Il costo di un trattamento antiparassitario varia da 3 a 15 € per compressa. Il numero di compresse necessarie dipende dal preparato, dall’effettiva infestazione da vermi e dal peso corporeo del cane.

 

  • L’ analisi delle feci costa da 15 a 30 €. Il vantaggio è quello di evitare il sovraccarico farmacologico dell’organismo del cane.
Loading...

Altri articoli che potrebbero interessarti