• Spedizione gratuita da 45 €
  • Reso gratuito entro 30 giorni
  • Più di 8.000 articoli
Ein Welpe kratzt sich auf Grund von Flöhen.

Combattere pulci e acari – Ecco il modo giusto per farlo!

Le pulci e gli acari dell’erba mordono, succhiano, causano prurito intenso, aree arrossate e infiammate della pelle e perdita di peli locali nel cane. Ma soprattutto le pulci possono causare ancora più malanni. Nei cani gravemente colpiti da queste piccolissime sanguisughe, possono anche causare anemia. Il morso e l’ingestione della pulce possono far contrarre la tenia al cane e la saliva della pulce può causare allergie. Scoprite come individuare rapidamente ed eliminare in modo efficace un’infestazione da pulci e acari dell’erba. Leggete qui.

Loading...

Comprendere la comparsa e lo sviluppo delle pulci

Le pulci si trovano in natura, soprattutto nell’erba, nei prati e nei cespugli. Nonostante la loro presenza sia “naturale”, vivono in gran quantità anche nelle abitazioni e negli ambienti interni. Qui attendono che passi l’ospite adatto e gli saltano addosso. Perché queste piccole sanguisughe di circa 3 millimetri hanno una grande forza di salto fino a 1 m di larghezza e 25 cm di altezza.

 

La pulce ha una colorazione marroncina, il suo corpo è molto sottile e piatto, senza ali e ha sei zampe, il che la rende parte della famiglia degli insetti. Le sue lunghe e forti zampe posteriori sono strane e le conferiscono un enorme slancio per saltare. Per difendersi dai nemici, il corpo della pulce è “rivestito” di chitina.

 

Sapevate che esistono migliaia di diversi tipi di pulci in tutto il mondo? Le pulci che ci interessano includono la pulce del cane (Ctenocephalides cani), la pulce del gatto (Ctenocephalides felis) e, naturalmente, la pulce dell’uomo (Pulex irritans). Purtroppo le pulci non rispettano queste definizione, quindi la pulce più comune nei cani è la pulce del gatto. Le pulci dei cani, al contrario, sono piuttosto rare.

 

Se l’infestazione da pulci è molto forte o se l’ospite del cane non è presente, le pulci di cane e gatto possono infestare senza problemi anche gli esseri umani. Ma non fa parte della sua prima scelta ed è un cosiddetto ospite fuori posto per un breve periodo di tempo.

La proliferazione e la diffusione delle pulci sono rapidissime

Una femmina di pulce deposita le prime uova già dopo il primo pasto a base di sangue. Una singola pulce può depositare nel pelo del cane circa 27-50 uova al giorno (in media). Le uova sono lisce e poi cadono dal cane. Si trovano nell’erba o sul tappeto e su altri tessuti domestici, fino a quando non hanno le condizioni ottimali per la schiusa: a circa 25 °C e con l’80% di umidità. Dopo circa una settimana le numerose larve si schiudono, ed essendo sensibili alla luce si rintanano ad esempio nelle fessure del divano o in profondità nei tappeti, dove si trasformano in crisalidi all’interno del bozzolo.

 

Il momento di schiudersi arriva dopo 10 giorni: riconoscono il momento giusto dal calore, dall’aumento di CO2 e dalle vibrazioni che causano nel loro potenziale ospite. Si schiudono e saltano con un grande movimento fuori dal loro bozzolo, infestando cani, gatti o persone. Il ciclo inizia da capo. Il contagio da pulci può anche avvenire con il passaggio diretto dei parassiti da un cane all’altro. Tuttavia, poiché le pulci “si attaccano” ai loro ospiti che garantiscono loro la sopravvivenza, raramente rischiano di saltare nell’“incertezza”. Un altro supporto di riserva è il grado di latitudine dei ricci.

 

Se inizialmente sul vostro cane sono presenti solo dieci pulci, allora forse ci sono già fino a 500 uova al giorno e poco più tardi le larve si sono insinuate nei vostri tappeti, nelle vostre ceste per cani, imbottiture, in cuscini e tessuti. Le larve uscite dal bozzolo possono sopravvivere fino a sei mesi senza un pasto di sangue.

 

In un appartamento, soprattutto con più animali, può verificarsi in questo modo un’invasione rapida di pulci, che poi è molto difficile da contenere. Quindi, meglio: Prendere precauzioni in anticipo e agire immediatamente in caso di leggera infestazione da pulci.

Attenzione alle pulci in inverno: consigli per evitare l’infestazione da pulci

Le pulci cercano il calore delle case durante la stagione fredda e sono portate in cantine, soffitte o capanni dagli animali selvatici. Proteggete il vostro cane dall’infestazione da pulci anche in inverno. I preparati naturali spot-on proteggono fino a quattro settimane, mentre i collari antiparassitari per circa cinque mesi. Una polvere per pulci libera il vostro cane già infetto dai fastidiosi abitanti del pelo. Inoltre, ricordate di trattare l’ambiente circostante, come la zona di riposo con spray antiparassitari, in modo che le pulci non si annidino di nuovo. Un trattamento antiparassitario successivo del vostro cane è obbligatorio, perché le pulci possono trasmettere i vermi. In caso di infestazioni particolarmente ostinate, è necessario consultare il veterinario. Dal dr. Maxi Zoo la visita avviene online in modo rapido e semplice. Il nostro team veterinario risponderà alle vostre domande aperte sulla prevenzione e sul trattamento delle infestazioni da parassiti e vi raccomanderà i preparati adatti. I prodotti adatti per la protezione da parassiti sono disponibili anche qui nello Shop online.

Hund wälzt sich im Gras

Come riconoscere correttamente le pulci nel vostro cane

Il primo segno di un’infestazione da pulci o acari è un forte prurito causato dalla saliva della pulce che morde e succhia, seguito dal grattamento persistente del cane. Alcuni cani mordono o rosicchiano le parti del corpo colpite dalle pulci.

 

Non è sempre facile scoprire se il tuo cane ha le pulci o se il suo pelo sia infestato dagli acari. Non tutti i cani si grattano con una frequenza o con un’intensità tale da attirare l’attenzione del padrone. E se il pelo è molto folto, scoprire la presenza delle pulci è difficile. In caso di infestazioni iniziali di lieve entità, è possibile che il patrone non noti niente di anomalo e di conseguenza il pelo del cane potrebbe riempirsi di pulci!

Ecco un modo semplice per scoprire se il tuo cane ha le pulci:

  • hai bisogno di un pettine per pulci, cioè un pettine speciale con denti sottili e stretti, e di un panno chiaro inumidito o un panno da cucina.
  • Pettina il pelo del cane in direzione contraria alla crescita, quindi pulisci il pettine battendolo sul panno umido.
  • Se noti delle particelle di colore nero-marrone, schiacciale sul panno umido o strofina il pettine sul panno.
  • Se le particelle scure diventano marrone ruggine o di colore rossastro o se si forma una macchia rossa intorno a esse, si tratta di feci (sangue digerito) delle pulci. Le larve delle pulci si nutrono di queste feci.
  • Se le particelle scure non cambiano colore, si tratta semplicemente di sporcizia presente nel pelo del cane.

Dare un taglio al circo delle pulci: Combattere e prevenire le pulci nel cane in modo efficace.

Una volta constatato che il vostro cane ha una lieve infestazione da pulci, potete arrivare contemporaneamente a un’infestazione massiccia da pulci e larve nell’ambiente del vostro cane. I ricercatori di insetti partono dal presupposto che solo il 5% delle pulci vive sul proprio ospite, mentre il restante 95% si suddivide nell’ambiente dell’animale, come uova, larve e crisalidi. Ciò significa non solo che un numero relativamente basso di pulci sanguisughe si trova sul cane, ma anche che la cura dell’ambiente del cane acquisisce un significato rilevante.

 

In caso di infestazione da pulci presente, non è sufficiente trattare il cane con preparati sviluppati per la prevenzione, come collari speciali e preparati spot-on. Utilizzati successivamente, fanno sì che le pulci lascino il vostro cane, ma rimangono nell’ambiente circostante e, alla prima occasione, infestano nuovamente il vostro cane o si accontentano di voi come ospite fuori posto.

Primo passaggio: Eliminazione delle pulci adulte e della loro covata

Pertanto, in caso di un’infestazione recente da pulci, un preparato altamente efficace del veterinario rappresenta l’unica soluzione permanente al problema. Questo dovrebbe essere un insetticida che uccide le pulci adulte (shampoo speciali, polvere per pulci, spray). Tuttavia, anche il miglior insetticida non uccide tutte le femmine di pulci adulte. Pertanto, è necessario utilizzare un inibitore dello sviluppo di insetti che distrugga le uova. Per essere efficace, la combinazione di entrambi i preparati deve essere riutilizzata assolutamente negli intervalli specificati dal produttore. È essenziale consultare il veterinario, in quanto si tratta di sostanze tossiche. Se nel vostro nucleo familiare vivono altri animali, anche questi, a seconda della loro specie, devono essere trattati con altri preparati.

Secondo passaggio: Eliminazione della covata di pulci nell’ambiente

Per interrompere in modo definitivo la circolazione e lo sviluppo delle pulci, è assolutamente essenziale disinfestare l’intera zona frequentata dal cane.

Ciò è possibile adottando le seguenti misure:

  • pulire ogni giorno tutti i pavimenti e gli angoli con acqua e pulire con l’aspirapolvere tutti i tappeti e i cuscini. Quindi, rimuovere il sacchetto dell’aspirapolvere e gettarlo immediatamente. È possibile anche utilizzare una polvere antipulci invece dell’aspirapolvere.
  • Se possibile, lavare frequentemente le coperte per cani, i sotto-ciotola, i cuscini e le fodere dei cuscini e lavare a secco le fodere del divano.
  • Non dimenticare gli animali di stoffa del tuo tesoro.
  • Se il tuo amico a quattro zampe dorme nel letto, e non riesci ad evitarlo, è necessario cambiare le lenzuola ogni giorno.
  • Lavare tutti i tessuti ad almeno 60 °C.
  • Trattare il lettino del cane e tutti i tessuti presenti nella cuccia con una speciale polvere antipulci o lasciati consigliare uno spray per ambienti dal tuo veterinario, che ti spiegherà come usarlo (mai sul cane!).
  • Gli spray antipulci Fogger sono spray per l’ambiente che uccidono sia le pulci che le loro uova e larve. Vengono collocati nella zona giorno e si attivano automaticamente. Durante il loro utilizzo, tu e tutti gli animali domestici dovreste lasciare la stanza o l’appartamento per almeno due ore e poi ventilare molto bene. Gli insetticidi vengono utilizzati in caso di infestazione grave.
  • Ricorda di spruzzarli anche in garage, nell’auto, nei ripostigli e così via.

Utilizza questo trattamento per tre mesi, di modo che uova e larve non abbiano neanche la possibilità di annidarsi!

Terzo passaggio: misure preventive

Solo una profilassi rigorosa evita queste costose e dispendiose misure per combattere le infestazioni gravi da pulci. Per questo motivo è più importante iniziare con la cura delle pulci tramite la somministrazione di antiparassitari speciali, come spot-on o collari da pulce per cani. La scelta migliore è però un antiparassitario con un effetto repellente (terrificante) o con il cosiddetto effetto knock-down, che impedisce alla pulce di mordere. Quest’azione è particolarmente importante per i cani con allergia alla saliva delle pulci. Il rimedio della scelta dovrebbe essere efficace al più presto e, se possibile, delicato per il cane.

 

Chiedete consigli al veterinario, perché anche questi sono insetticidi tossici.

Le pulci trasmettono le malattie, potete fare qualcosa a riguardo.

Le pulci sono portatrici dalla tenia del cane (dipylidium caninum) e la trasmettono quando vengono morse o ingerite dal cane. Quindi, dopo la cura delle pulci, è necessaria anche una sverminazione!

 

Soprattutto quando l’infestazione è grande, la saliva delle pulci che entra nell’organismo del cane quando lo morde, potrebbe causare una grave allergia, chiamata dermatite da pulci.

I sintomi di allergia alle pulci o agli acari dell’erba possono includere:

  • il cane si gratta frequentemente e in modo intenso e si morsica
  • lesioni cutanee ed edema
  • perdita dei peli sulla parte posteriore del corpo, sulle gambe posteriori o alla base della coda
  • arrossamento e alterazioni della pelle come i cosiddetti “Hot spot” (aree della pelle calde e rosse), specialmente sulla parte posteriore e all’interno delle cosce/delle zampe posteriori
  • punti rossi circondati da un’aureola arrossata
  • In casi estremi: cambiamento del comportamento del cane (nervosismo, ansia, aggressività) causato da un prurito fastidioso e da un’infiammazione dolorosa

Terapia per allergia alle pulci e agli acari:

il modo migliore per contrastare pulci e acari del cane e nell’ambiente circostante è utilizzare speciali farmaci consigliati dal veterinario.
La profilassi con pipette spot-on o collari antipulci funziona solo se si tratta di agenti con un effetto repellente.

Riconoscere e combattere correttamente l’acaro da erba nel cane

Sono le larve degli acari dell’erba, anche chiamati acari pungitori, che causano problemi al cane e alle persone. Gli acari dell’erba sono quasi invisibili, misurano solo 0,3 millimetri circa. Sono tuttavia facilmente visibili grazie al loro corpo arancione/rosso.

 

Le larve degli acari dell’erba nascono a partire da marzo e si trovano nell’erba, ma anche nella paglia o nelle piante alte fino al ginocchio. Se vuoi sapere se si sono insediati nel tuo giardino, in estate metti un panno chiaro sul prato: gli acari dell’erba vi accorreranno rapidamente per prendere il sole.

 

Agiscono sulle zone del corpo del cane che vengono a contatto con l’erba: zampe, testa, orecchie, gambe, addome e torace. E in queste zone dove il cane ha la pelle più sottile che gli acari si stabiliscono, pungono e rilasciano secrezioni salivari.

Ecco un semplice test di riconoscimento degli acari dell’erba sul cane:

  • posiziona il tuo cane su un panno bianco e spazzolalo con un pettine simile a quello del test delle pulci.
  • Potresti notare puntini rossi nel pelo quando lo spazzoli. In caso contrario, picchietta il pettine sul panno di modo che i punti rossi siano più visibili.

La saliva della larva degli acari dell’erba, come quella delle pulci, provoca un prurito a volte molto intenso. L’acaro dell’erba non è un parassita del sangue perché preferisce succhi cellulari e acqua linfatica. Non trasmette alcuna malattia, ma è fastidioso sia per il cane che per l’uomo, poiché può causare le cosiddette punture del raccolto negli esseri umani e le allergie agli acari nel cane. Il prurito intenso peggiora se si gratta e con il calore.

 

È quindi importante prevenire l’infezione da acari dell’erba e agire in modo rapido e mirato, in quanto la zona che ne ha subito il morso può infiammarsi rapidamente e portare a complicazioni.

 

Esistono metodi semplici per evitare di essere punti, ma non farmaci repellenti efficaci.

Ciò che è possibile fare è:

  • evitare di camminare tra l’erba durante la stagione degli acari, preferendo sentieri battuti.
  • Dopo una passeggiata sul prato, lavare accuratamente con acqua le parti interessate o l’intero cane.
  • Un “bagno alle zampe” con sapone di Marsiglia e acqua calda aiuta a prevenire il prurito. In seguito è necessario risciacquare accuratamente le zampe del cane.
  • L’olio d’oliva, l’aceto di mele, una soluzione alcolica delicata (!) e l’acqua salata sono efficaci anche contro il prurito fastidioso. E inoltre disinfettano leggermente.
  • Se l’intero corpo del cane è interessato, è necessario preparare un bagno completo.
  • Strofinare sulle zone interessate dai morsi con pomate disinfettanti e antipruriginose.
  • Tagliare spesso il prato vicino casa e trattarlo con una miscela di ortiche (uccide efficacemente le larve). Gettare immediatamente l’erba tagliata.
  • Pulire accuratamente i pavimenti della zona giorno con acqua e pulire con l’aspirapolvere o lavare i lettini del cane.
  • In caso di infestazioni gravi e frequenti e in caso di allergia agli acari, chiedi al veterinario quali sono i rimedi adatti per il tuo cane.

Fatti e informazioni sul tema “pulci”

Loading...

Altri articoli che potrebbero interessarti