• Spedizione gratuita da 45 €
  • Reso gratuito entro 30 giorni
  • Più di 8.000 articoli
Ein Welpe kratzt sich.

Problemi cutanei del cane: quando la pelle prude continuamente

Ecco i problemi cutanei più comuni del cane

Loading...

Malattie della pelle del cane: Un problema comune

Benny non smette più di mordicchiarsi le zampe. Dal comportamento che ha questo cane da pastore australiano, le devono prudere terribilmente. La sua padroncina va dal veterinario e scopre che Benny ha gli acari dell’erba autunnale che le pungono la pelle. Dopo una corretta terapia, starà di nuovo bene. Benny non è un caso singolo: le malattie cutanee nel cane sono piuttosto comuni e le cause sono diverse.

Emocromo, tampone cutaneo e controllo dei parassiti

Il problema è la dieta che segue il cane, un’allergia, dei parassiti o addirittura una malattia autoimmune? Se il cane ha punti arrossati che prudono sulla pelle o si gratta continuamente, il veterinario dovrà indagarne la causa. Sarà utile descrivere esattamente i sintomi che manifesta il cane. Anche le malattie, i farmaci assunti dal cane e le informazioni sull’ambiente circostante sono importanti per il veterinario. Il veterinario prescriverà quindi un emocromo per escludere la presenza di problemi organici. Le prove allergiche, il tampone cutaneo, una dieta di esclusione e il controllo dei parassiti possono rivelare ciò che c’è dietro.

Le malattie della pelle possono avere diverse cause

In realtà, molto spesso alla base dei problemi cutanei ci sono i parassiti, come le pulci. Il motivo: Le punture delle pulci possono causare allergie che si manifestano con prurito e papule cutanee. Anche le zecche possono causare infiammazioni cutanee locali. L’acaro dell’erba autunnale colpisce soprattutto le zampe, ma anche le orecchie e l’addome, creando croste che causano prurito intenso. Se si escludono i parassiti, la causa dei pruriti può essere un fungo cutaneo. Per scoprirlo il veterinario esegue una coltura dei funghi. Attenzione, i funghi cutanei possono anche essere trasmessi agli esseri umani! Ed è possibile ricondurli anche a cause batteriche. I cosiddetti hot spot sono infiammazioni della pelle, che si verificano soprattutto nelle razze dai peli lunghi in estate. La scabbia, invece, causa alterazioni cutanee che causano prurito estremo. È trasmessa dalle volpi. Anche le allergie, ad esempio a determinati ingredienti del cibo, possono provocare un prurito intenso. Più raramente, è causato da una malattia autoimmune.

La giusta terapia è importante

Poiché il prurito costante limita molto il cane, è molto importante una terapia sostenibile. L’esperto veterinario saprà cosa fare una volta formulata la diagnosi. Può prescrivere ad esempio degli antibiotici. In caso di allergie, è necessario modificare la dieta del cane. Per evitare problemi cutanei, è comunque importante una corretta protezione antiparassitaria. Con le formule spot-on proteggi il tuo cane da pulci e zecche.

Loading...

Altri articoli che potrebbero interessarti