• Spedizione gratuita da 45 €
  • Reso gratuito entro 30 giorni
  • Più di 8.000 articoli
Ein Welpe steht auf einer Wiese

Attenzione, tossico: queste piante fanno male al cucciolo

La maggior parte dei padroni di cuccioli ne sanno qualcosa: i cuccioli tendono a provare qualsiasi cosa mettendola in bocca. I padroni responsabili eliminano dalla loro casa qualsiasi cosa che potrebbe danneggiarli. Spesso però si dimenticano le piante. Molte piante da camera, così come fiori e arbusti che abbelliscono il giardino, sono velenose per il cane.

Loading...

Piante da camera velenose

La cosa migliore da fare è posizionare le piante in vaso su scaffali e davanzali, in modo che il cucciolo non possa arrivarci. Le piante velenose utilizzate da molte persone per abbellire la propria casa includono tulipano, narcisi, croco, giacinto, oleandro, filodendro, dieffenbachia, fico, anturio, croton, corona di cristo, felce di casa, azalea, ciclamino alpino e anche la stella di Natale.

Piante nocive in giardino

Ma anche all’aperto è importante stare attenti. In particolare in primavera, il cane deve essere tenuto lontano da molte piante, tra cui le cipolle, il croco, il tulipano, il giacinto e il narciso, la primula, la scilla e la primula odorosa. Ma anche da cespugli vari che i cuccioli tendono a rosicchiare: ad esempio, tasso, maggiociondolo e glicine contengono forti tossine che possono essere pericolose per il tuo animale.

 

Il modo migliore è non lasciare da solo il tuo piccolo tesoro in giardino e giocare con lui. Perché a un cucciolo stanco non viene l’idea di distruggere il giardino.

 

Ma i cani non rischiano in giardino solo in primavera. Il sambuco, ad esempio, è tossico e non deve essere utilizzato come bastoncino per far giocare il cane. Maggiociondolo, lillà, ortensia, trombone degli angeli, oleandro, edera, sorbo selvatico e agrifoglio possono anche causare intossicazioni nei cani.

 

Inoltre sarebbe meglio evitare del tutto le sostanze chimiche, come diserbante o veleno per lumache. Anche il concime organico deve essere posizionato in modo da non essere accessibile al cane.

Controllare cosa è tossico

Chi vuole sapere quali sono le erbe velenose nel giardino e le piante velenose da davanzale può informarsi su Internet. Le università di Bonn e Zurigo hanno siti dettagliati riguardo la veterinaria, dove si trova un elenco completo di tutte le piante velenose, i sintomi dell’intossicazione e le misure di pronto soccorso.

Quando il cucciolo rosicchia le piante

Il fatto che il cucciolo abbia mangiato una pianta velenosa può essere riconoscibile da: apatia, vomito e/o diarrea possono essere segni di intossicazione e il cucciolo deve essere portato immediatamente dal veterinario. Prelevando campioni di vomito o feci con la pianta che il cucciolo ha mangiato, il veterinario può identificare rapidamente la sostanza tossica. Non somministrare mai il latte perché può accelerare l’assorbimento del veleno nell’organismo.

Alternativa: Giocattolo da mordere

Il modo migliore per evitare l’intossicazione è ovviamente la prevenzione. Un buon modo per assicurarsi che il cucciolo non mordicchi tutto il possibile (o l’impossibile) è fornirgli un numero sufficiente di giocattoli da masticare. In questo modo lavorerà in modo “consentito” con i suoi denti e non cercherà altro in casa o in giardino. Ciò è particolarmente importante anche per i cani giovani che cambiano i denti.

L’educazione è il miglior “antidoto”

Dovresti insegnare al tuo cane sin da cucciolo che non deve scavare tra le piante di verdura e che non deve tirare i fiori dal prato. Una buona educazione è la migliore protezione anche contro le piante velenose. Quando il tuo piccolo inizia a mangiucchiare le piante, puoi dissuaderlo dicendo “no” o “via” e anche battendo le mani. Quindi chiamalo a te e, se viene e ti ubbidisce, puoi premiarlo con una ricompensa.

Loading...

Altri articoli che potrebbero interessarti