• Spedizione gratuita da 45 €
  • Reso gratuito entro 30 giorni
  • Più di 8.000 articoli
Ein Hund wird vom Tierarzt untersucht.

Quando i reni del cane fanno sciopero... Riconoscere le malattie ai reni!

Tra i padroni di gatti, si è sparsa la voce già da lungo tempo sull'importanza dei reni per il gatto domestico. Tuttavia, il fatto che molti cani soffrano di insufficienza renale cronica o acuta è ancora poco noto. Ciò può essere dovuto al fatto che la malattia è spesso diagnosticata molto tardi o non in tempo. Purtroppo, muoiono più cani a causa dell’insufficienza renale che a causa di una cardiopatia. Ecco i sintomi da tenere a mente per riconoscere e prevenire le malattie renali nel cane e come risolvere l'insufficienza renale.

Loading...

Il rene del cane: un piccolo organo di grande importanza

I due reni del cane sono protetti da uno strato di grasso adiacente alla colonna vertebrale, a livello della zona lombare. Grazie a essi viene pompato continuamente il sangue che con l’aiuto dei cosiddetti nefroni (cellule filtranti) viene liberato dalle sostanze nocive. I reni possono essere uno dei principali organi di purificazione del corpo del cane. Filtrano i prodotti di scarto tossici risultanti dal metabolismo proteico (ammoniaca, creatinina) e le sostanze urinarie dal sangue. E inoltre gestiscono l’equilibrio elettrolitico dell’acqua e la produzione ormonale, mantengono il rapporto acido-base e regolano la pressione arteriosa. Quando i nefroni muoiono gradualmente, si sviluppa la cosiddetta insufficienza renale cronica, chiamata anche insufficienza renale canina.

Insufficienza renale nel cane: Quali sono le cause?

I reni malati danno molto tardi segni evidenti della loro malattia. L’insufficienza renale è evidente solo quando circa il 75% dei nefroni viene distrutto. Le conseguenze sono devastanti: le sostanze dannose e le scorie non vengono più filtrate, causando l’intossicazione del corpo del cane dall’interno. Ciò può portare a ipertensione e carenza di ossigeno nelle cellule del corpo a causa dell’anemia.

 

Non ne soffrono solo i cani anziani, che spesso arrivano dal veterinario già con un’insufficienza renale avanzata. I veterinari partono dal presupposto che oltre il 20% dei cani che hanno raggiunto o superato i 5 anni di età siano affetti da insufficienza renale.

 

Se la malattia si manifesta già in giovane età, nel più delle volte si tratta di una predisposizione genetica. I veterinari sanno che alcune razze sono colpite più spesso dall’insufficienza renale rispetto ad altre, come ad esempio: alcuni Terrier come i Wheaten, i Cairn e i West Highland, ma anche i Beagle, i Chow-Chow, i Dobermann, i Golden Retriever, i Bovari del bernese, i Rottweiler o i Bull terrier.

 

La medicina veterinaria distingue tra insufficienza renale acuta e cronica.

 

L’insufficienza renale acuta può essere improvvisa, è caratterizzata da sintomi forti ed è causata da una riduzione del flusso sanguigno nel rene.

Può manifestarsi a seguito di:

  • perdita di sangue e liquidi a causa di un incidente
  • collasso circolatorio
  • stato di shock
  • ipertrofia prostatica nei cani maschi
  • calcoli vescicali
  • malattie infettive gravi, come: leptospirosi, borreliosi, leishmaniosi o infiammazione uterina (piometra)

L’insufficienza renale cronica nel cane: i sintomi

In una malattia grave come l’insufficienza renale cronica, chiamata anche blocco renale cronico, tutto dipende dal riconoscimento tempestivo dei sintomi. A complicarne il riconoscimento è, però, il fatto che i primi sintomi di insufficienza renale nel cane siano aspecifici e non vengono capiti da molti padroni.

 

I sintomi clinici possono iniziare con stanchezza e apatia. Anche se vengono notati dal padrone, spesso vengono sottovalutati e imputati alla “vecchiaia” del cane. Tuttavia, anche nel cane anziano o che sta diventando anziano, la svogliatezza, l’affaticamento e la debolezza non sono segni normali dell’età. Con il progredire della malattia renale cronica, i sintomi si moltiplicano e se ne manifestano numerose variazioni.

 

Bisogna sempre essere vigili quando il cane consuma sempre più acqua (polidipsia) e aumenta la produzione di urina (poliuria), perché questi sono i segni più comuni di insufficienza renale cronica.

Altri sintomi a cui prestare attenzione:

  • spossatezza generale
  • inappetenza, rifiuto del cibo e perdita di peso
  • febbre o episodi febbrili
  • pelo opaco e arruffato
  • sangue nelle urine
  • necessità frequente di urinare con possibile incontinenza
  • infiammazione dei denti e/o delle mucose della bocca sbiadite
  • vomito e/o feci molli o diarrea
  • l’anemia sopraggiunge allo stadio avanzato

anche l’aumento di ingestione di erba può indicare insufficienza renale nel cane. È importante prendere seriamente i sintomi e chiedere consiglio direttamente al veterinario. Con il Dr. Maxi Zoo hai la possibilità di parlare del tuo caso ai veterinari in una sessione online. Ti forniranno una valutazione del caso e ti consiglieranno cosa fare.

La diagnosi giusta

Il veterinario può diagnosticare l’insufficienza renale in diversi modi.

 

Per prima cosa, misurerà la pressione sanguigna del cane e prescriverà delle analisi del sangue. Vengono determinati la concentrazione di sostanze azotate, i valori di urea e creatinina e fosfati. Questa diagnosi è affidabile perché, in caso di malattia renale, l’urea non filtrata in eccesso entra nel sangue (azotemia).

 

Ein Hund wird mit einem Stethoskop untersucht.

 

Inoltre, il veterinario disporrà un’analisi delle urine del cane, molto utile perché la misurazione del peso specifico delle urine fornisce una buona informazione sul funzionamento del rene. Grazie ai risultati dell’analisi del sangue, il veterinario può già formulare una diagnosi molto differenziata sulla condizione dei reni del tuo amico a quattro zampe.

 

Se il sospetto di danno renale persiste, il veterinario esegue anche un’ecografia per determinare le dimensioni dei reni danneggiati e la loro struttura interna.

Diagnosi: Insufficienza renale: cosa fare?

Una diagnosi di insufficienza renale del tuo amico a quattro zampe è importante per determinare la causa della malattia, come le malattie infettive primarie ad es. la leishmaniosi e se si tratta di insufficienza renale acuta o cronica del cane.

 

La malattia renale acuta è più facile da trattare, perché l’insufficiente apporto di sangue al rene ha buone possibilità di guarigione completa con i relativi medicinali, a condizione che l’insufficienza renale acuta sia riconosciuta tempestivamente. Tuttavia, il rischio che uno stadio acuto passi a insufficienza cronica è sempre in agguato.

 

Il trattamento della malattia renale cronica è molto più complesso. Si tratta di un danno irreversibile e di una degradazione della struttura interna del rene.

 

La priorità assoluta è quindi mantenere il tessuto renale residuo funzionante il più a lungo possibile.

 

Per questo motivo, la diagnosi di insufficienza renale cronica è certamente spaventosa, ma non significa che il tuo amico a quattro zampe non possa rimanere un compagno fedele per gli anni a venire. Tuttavia, è necessario attenersi assolutamente alle indicazioni del veterinario.

Ecco le misure da osservare:

  • Dieta renale speciale a basso contenuto di sale e proteine: i prodotti metabolici non devono caricare sul rene danneggiato.
  • Grande quantità di acqua potabile fresca: dato che il cane con i reni malati espelle più urina, l’assunzione di poca acqua può causare uremia potenzialmente letale.
  • Somministrazione di vitamine C e B: per compensare le carenze in caso di insufficienza renale cronica.
  • I più recenti studi di medicina veterinaria raccomandano l’aggiunta di speciali medicinali per il cuore, i cosiddetti ACE-inibitori, che garantiscono una buona protezione dei reni.
  • Ridurre lo stress al tuo cane è un fattore importante per abbassare la produzione di scorie e ormoni dello stress.
  • Somministrare altri medicinali solo dopo averne parlato con il veterinario che ha in cura il cane, in quanto alcuni preparati possono ridurre significativamente la funzione renale.

È importante sottoporlo a un attento controllo veterinario.

 

Non esitare a contattare uno studio veterinario o una clinica veterinaria se noti un peggioramento acuto dei sintomi nel tuo cane. Una lieve insufficienza può trasformarsi in un’uremia, un’insufficienza renale molto acuta nel cane, che può essere risolta solo con la terapia infusionale immediata. Se il tuo cane è ancora sano, continua a proteggerlo sottoponendolo a controlli annuali: prima viene scoperta la malattia, maggiori sono le possibilità di guarigione.

Loading...

Altri articoli che potrebbero interessarti