A causa dell’elevato numero di ordini i tempi di consegna potrebbero allungarsi

  • Spedizione gratuita da 45 €
  • Reso gratuito entro 30 giorni
  • Più di 8.000 articoli

I cappottini per i cani sono davvero utili?

Ai primi freddi è inevitabile vedere in giro cani che indossano cappottini contro il freddo, e altrettanto inevitabile è chiedersi se questi cappottini siano davvero utili o se sia solo una questione di moda. La risposta alla domanda è: dipende. Per decidere se serve mettere il cappottino al proprio cane bisogna fare alcune considerazioni che riguardano la razza, le dimensioni, il tipo di pelo nonché le abitudini del proprio cane.

Per quali cani servono i cappottini invernali?

I cani, come gli esseri umani, non sono tutti uguali. Ci sono cani che si sono adattati ai climi freddi e altri che invece il freddo lo soffrono particolarmente e, ancora, anche all’interno di una stessa razza ci sono cani che vivono abitualmente all’aperto e altri che invece escono di casa giusto solo per la passeggiatina quotidiana. Per decidere se acquistare un cappottino per il proprio cane occorre quindi valutare razza e abitudini dell’animale.

I cani che non hanno bisogno di un cappottino contro il freddo

Il pelo di un cane dice molto delle sue caratteristiche: per esempio i cani a pelo lungo o medio lungo, quelli con pelo corto e duro come Pastore tedesco, Labrador o Husky, e ancora quelli a pelo duro come lo Scottish Terrier, sono normalmente cani con origine da lavoro e abituati ai climi freddi. Motivo per cui generalmente non necessitano di una copertura ulteriore, come un cappottino o una mantella, per proteggersi dal freddo.

Altra tipologia di cani che generalmente non ha bisogno di cappottini e mantelle riscaldanti sono i cani di grandi dimensioni: un Sanbernardo, per esempio, ha una superficie corporea in rapporto alla sua massa inferiore rispetto a quella di un Chihuahua, e quindi soffrirà meno il freddo in quanto tenderà a disperdere meno calore.

Le razze di cani per cui può essere utile il cappottino invernale

Ci sono invece razze di cani per le quali può avere senso pensare a un cappottino invernale: i cani di taglia piccola, come detto, sono più freddolosi degli altri cani, così come le razze di cani a pelo molto corto, a maggior ragione se l’animale è abituato a vivere in appartamento e lo sbalzo termico è notevole, passando dai 20° dell’interno agli 0° all’esterno: in tutti questi casi non è il caso di farsi troppe remore e, se si reputa necessario, si può far indossare un cappottino al proprio cane durante la passeggiata.

Le eccezioni da considerare

Se in linea generale valgono le indicazioni precedenti, poi ci sono sempre le eccezioni e la necessità di usare il buon senso. Per esempio un cane anziano, o malato, potrebbe comunque trarre giovamento da un cappottino che lo ripara dal freddo in inverno, anche se di grossa taglia e dal pelo lungo; anche un cucciolo sotto i 6 mesi potrebbe averne bisogno, per esempio perché non ha ancora avuto il tempo di sviluppare completamente tanto il grasso cutaneo che il sottopelo, ovvero la sua naturale protezione dal freddo. E poi dipende anche dallo stile di vita: se il cane vive con noi ma ha spazio in giardino e vi passa del tempo, naturalmente vivrà quelle modificazioni corporee che gli permettono di adattarsi per tempo all’abbassamento delle temperature; se invece il cane vive prevalentemente in casa non svilupperò il mantello invernale, perché ci pensa già il riscaldamento ad assicurargli il necessario comfort, e in questo caso sarà allora utile pensare a un cappottino. Infine bisogna anche considerare cosa si andrà a fare all’aperto: se si esce per una passeggiata al guinzaglio, senza che il cane abbia modo di correre liberamente, è difficile che il cane possa scaldarsi; se invece si ha la fortuna di poter lasciare libero il proprio animale, allora come per chi corre a piedi coprirsi troppo potrebbe essere più fastidioso che utile.