A causa dell’elevato numero di ordini i tempi di consegna potrebbero allungarsi

  • Spedizione gratuita da 45 €
  • Reso gratuito entro 30 giorni
  • Più di 8.000 articoli

Cosa fare se il cane ha la tosse?

Anche i cani tossiscono e, esattamente come per gli uomini, la tosse è un sintomo e non una malattia. Per sapere cosa fare se il cane ha la tosse è importante quindi capire le cause di quella che in medicina è considerato come un riflesso difensivo, improvviso e spesso ripetitivo. Le cause della tosse, anche nei cani, possono essere molteplici: alcune temporanee e facilmente risolvibili, altre invece più gravi e necessarie di interventi medici da parte del veterinario.

 

Perché il cane ha la tosse

Il cane può tossire a causa di una irritazione delle vie respiratorie dovuta a infezione o infiammazione (le più tipiche sono tonsillite, bronchite, polmonite, come per gli uomini), per malattie come neoplasia o cardiopatia o traumi come il collasso tracheale, oppure per motivi temporanei come una contusione, il collare troppo stretto, l’inalazione di corpi estranei oppure la presenza di sostanze irritanti nell’ambiente.

Come tossisce il cane

La tosse, in quanto sintomo e non patologia, può dire molto delle cause che la provocano. Anche i cani infatti possono tossire in modi molto diversi tra loro, dalla tosse umida e cosiddetta produttiva a quella secca, da quella lieve e rada a quella secca e persistente, diurna o notturna o ancora legata a particolari momenti, per esempio all’attività fisica, oppure notturna o solamente diurna. C’è anche una forma di tosse cosiddetta “buona”, che è quella più o meno indotta dall’animale per espellere corpi estranei accidentalmente inalati, e poi c’è lo starnuto inverso, da non confondere con la tosse, e che provoca qualcosa di simile a un conato di vomito.

 

Le conseguenze della tosse nei cani

Qualunque manifestazione abbia, la tosse dei cani deve subito mettere in allerta il proprietario. La tosse infatti ha come conseguenze il fatto di seccare e irritare le mucose del tratto respiratorio, provocando ulteriori attacchi di tosse; può tuttavia anche capitare che la tosse sia cosiddetta produttiva, ovvero risulti utile all’animale per espettorare secrezioni fastidiose dalle vie respiratorie.

 

Cosa fare se il cane ha la tosse

Se si tratta di una tosse occasionale la prima cosa da fare è quella di sincerarsi che la causa che l’ha provocata, per esempio l’inalazione di un corpo estraneo, sia stata eliminata. Se così è, può anche non essere necessario il ricorso al veterinario. Per tutti gli altri tipi di tosse persistente e ripetitiva è invece fondamentale ricorrere all’intervento del proprio veterinario di fiducia che come prima cosa procederà con l’anamnesi dell’animale. Potrebbe infatti riconoscere la causa della tosse in qualcosa di esterno all’animale, per esempio una sostanza irritante, oppure richiedere alcuni esami, tipicamente del sangue, delle urine o anche delle feci e fino alle radiografie o ecografie, per capire se si tratta di una infezione o infiammazione oppure se c’è una malattia più grave alla base di questo comportamento.

Appurata la causa della tosse le cose da fare potrebbero essere diverse tra di loro: potrebbe bastare rimuovere la causa irritante (per esempio il fumo di sigaretta in casa) o adottare qualche rimedio pratico e semplice (tenere il cane in bagno mentre si fa la doccia, facendogli respirare vapore umido, può alleviare almeno i sintomi); o potrebbe anche essere il caso di ricorrere a cure farmacologiche sia per lenire il fastidio della tosse che per guarire le cause scatenanti.