• Spedizione gratuita da 45 €
  • Reso gratuito entro 30 giorni
  • Più di 8.000 articoli

Cosa fare quando il cane ha un colpo di calore

Quando le temperature diventano davvero calde e superano i 30°C i nostri amici cani non sono più in grado di termoregolarsi autonomamente e possono andare incontro a pericolosi colpi di calore. Per questo motivo è importante predisporre angoli ombreggiati e ventilati in cui farli riposare durante la giornata, evitare di esporli al sole diretto nelle ore più calde e comunque avere sempre a disposizione dell’acqua con la quale dissetarli.

Se tuttavia il nostro amico Fido dovesse incorrere in un colpo di calore, è bene agire rapidamente per evitare complicazioni davvero gravi.

Come prima cosa è importante saper riconoscere i sintomi di un colpo di calore in un cane: se vomita, ha attacchi di diarrea, è apatico, respira affannosamente, ansima, sbava o è in iperventilazione è il caso di correre rapidamente ai ripari.

Come prima cosa occorre spostare l’animale in un posto fresco, ombreggiato e possibilmente ventilato, portandolo via dal caldo più forte.

Poi occorre abbassare la temperatura corporea applicando un panno bagnato con acqua fresca (ma non ghiacciata) su testa, collo, gola e zampe.

Mentre si applica il panno bagnato fresco è opportuno massaggiare il cane delicatamente per favorire il ripristino della corretta circolazione sanguigna.

Dirigersi il prima possibile da un veterinario per un check-up che escluda complicazioni.

Prevedere almeno un paio di giorni di riposo assoluto in un ambiente fresco senza sottoporre il cane a ulteriori stress (per esempio un viaggio in auto).