• Spedizione gratuita da 45 €
  • Reso gratuito entro 30 giorni
  • Più di 8.000 articoli
Ein Hund mit Halskrause sitzt in seinem Körbchen.

Sterilizzare il cane: informazioni su questa procedura di "routine"

Il vostro cane è disobbediente o dominante, tira il guinzaglio, segna ogni ciuffo d'erba, non lascia perdere nessuna cagnolina, salta sugli altri cani e a volte è aggressivo? Con questi problemi, molti padroni di cani sperano di ricevere un rapido aiuto attraverso la castrazione. Infatti, negli ambulatori veterinari, la castrazione è in aumento sia nei maschi che nelle femmine. Questa pratica è pubblicizzata come un intervento di routine ed i suoi vantaggi sono messi in risalto. In questo modo, i padroni di cane hanno subito l'impressione di fare "qualcosa di buono" al cane con una castrazione. Allo stesso tempo, aumenta la consapevolezza critica dell’intervento e delle sue conseguenze.

Loading...

Scopri di più sulla castrazione dei cani e delle cagne, sui pro e i contro, i costi e le procedure.

Cosa significa “castrare”?

La castrazione è un termine veterinario che indica una procedura che prevede l’asportazione delle ghiandole genitali nel cane (nei cani maschi i testicoli, nelle cagne le ovaie, le tube di Falloppio, l’utero e la cervice). Si distingue dalla sterilizzazione, con la quale il veterinario opera solo sul condotto spermatico o sulle tube di Falloppio.

 

La castrazione è una procedura chirurgica definitiva che non può essere recuperata. Viene eseguita in anestesia totale e può portare a effetti collaterali.

 

Prima di procedere con la castrazione, il cane deve sottoporsi a un accurato screening, anche per combattere eventuali infestazioni da parassiti. Solo se è in buona salute, viene eseguito un intervento chirurgico.

Il processo di castrazione dei cani maschi in breve:

  • la zona intima del cane viene rasata, disinfettata e coperta con garza sterile.
  • Il veterinario spinge i testicoli davanti allo scroto e poi taglia la pelle con un bisturi. (Uno dei molti metodi)
  • Il testicolo e il funicolo spermatico vengono scoperti e legati.
  • Il medico separa i testicoli e li rimuove, quindi lascia il funicolo spermatico e sutura la ferita.

Per le cagne, la castrazione implica un intervento più profondo:

  • L’area addominale della cagne viene preparata in modo adeguato, l’incisione del bisturi viene praticata sotto l’ombelico e attraversa tutta la lunghezza dell’addome inferiore.
  • Le cosiddette corna uterine vengono spostate, le ovaie si legano e si tagliano una alla volta. Questi tagli vengono suturati con punti riassorbibili.
  • Il veterinario riposiziona quindi l’utero e sutura il sito interessato all’operazione con diversi punti separati e non assorbibili. Nella maggior parte dei casi, viene asportato l’intero utero.

I punti esterni vengono asportati dal medico dopo circa dieci giorni, mentre i punti interni si riassorbono spontaneamente dopo un certo periodo di tempo.

 

I cani si svegliano dopo circa 1-2 ore dall’anestesia, ma restano storditi per molto tempo, sentono dolore e non devono essere lasciati soli. Si prega di somministrare all’animale domestico, secondo le istruzioni del medico, gli antidolorifici che si ricevono dal veterinario.

Cosa bisogna sapere prima e dopo la castrazione del cane?

Poiché le castrazioni sono interventi chirurgici sotto anestesia generale, è necessario adottare misure per ridurre al minimo le potenziali complicazioni.

Di seguito sono riportate le misure da seguire:

  • il cane deve essere a digiuno per l’intervento.
  • Per almeno 12 ore prima, non somministrargli nessun alimento (nessun pasto la sera precedente).
  • Inoltre il giorno stesso il cane non dovrebbe bere nulla prima dell’intervento.

Dopo l’intervento chirurgico, non è possibile fare passeggiate lunghe con il cane fino alla completa guarigione delle ferite interne ed esterne. Tenere il cane con il guinzaglio corto per evitare che la ferita si allarghi. Non lasciare mai che il cane salti, nemmeno sul seggiolino dell’auto. Controllare la ferita ogni giorno per evitare che si infiammi. Per evitare che il cane si lecchi la ferita, fargli indossare un collare protettivo, mentre alla cagna una camicia speciale per cani.

Quanto costa la castrazione dei cani?

Il costo della castrazione nei cani può variare notevolmente a seconda del veterinario o della clinica veterinaria. Il consiglio è di chiedere più preventivi.

 

La castrazione del cane maschio di solito costa dai 150 ai 250 euro. Dato che la castrazione nella cagne comporta un intervento più complesso, il costo è maggiore.

Quando è meglio castrare il cane?

Poiché gli ormoni prodotti nei testicoli e nelle ovaie controllano lo sviluppo fisico e mentale dei cani, è fortemente consigliato castrare gli animali solo dopo la pubertà.

 

Frontale Nahaufnahme eines Hundes.

 

Gli ormoni sessuali influiscono sulla formazione delle ossa. Pertanto, i cani castrati troppo presto hanno una marcata tendenza a sviluppare problemi articolari e displasia dell’anca. La castrazione precoce è indicata solo in casi eccezionali (ad esempio, tendenze sessuali eccessive, aggressività) e dopo una consulenza con gli esperti.

 

La durata della pubertà del cane dipende dalla razza e dai fattori ambientali e non può essere generalizzata. Per esempio, le razze di cani di taglia grande hanno bisogno di più tempo per crescere.

 

Una cagna non dovrebbe essere castrata prima di essere andata in calore la prima volta. In questo modo si evitano cambiamenti indesiderati del pelo e il comportamento infantile per tutta la vita. La castrazione precoce (prima che la cagna sia andata in calore la prima volta) è offerta come profilassi per il tumore mammario. È necessario valutare attentamente i pro e i contro.

Castrare il cane oppure no? Pro e contro

Molti padroni di cani vedono erroneamente nella castrazione un rimedio per risolvere rapidamente i problemi comportamentali dei cani o per prevenire possibili tumori.

 

Ma che effetto ha davvero la castrazione sui cani?

La castrazione non ha alcun effetto positivo sui seguenti problemi:

  • disobbedienza
  • difficoltà a portare il cane al guinzaglio
  • dominanza e aggressività nei confronti di un altro/a cane se entrambi non sono motivati dal desiderio sessuale
  • comportamento territoriale e di protezione dovuto alla razza

Quello che solo pochi padroni sanno: il comportamento sessuale, codificato nel cervello del cane, nella maggior parte dei casi non può essere corretto con la castrazione. Ad esempio, se il tuo cane tende a cavalcare i suoi simili, è molto probabile che manterrà questo comportamento anche dopo la castrazione. In questo caso solo le misure educative e comportamentali di un professionista possono aiutare.

Le conseguenze indesiderate della castrazione nel cane includono:

  • Obesità in circa il 50% dei cani castrati, con possibili problemi di salute successivi (problemi articolari, malattie cardiache ed epatiche)
  • Cambiamento di carattere a causa della mancanza di ormoni (probabilmente letargia, disinteresse)
  • Aumento dell’aggressività/tendenza a mordere i simili, in particolare tra le cagne
  • Comportamento infantile se il cane viene castrato troppo presto
  • Alterazioni del pelo, “pelo di cucciolo”, ovvero pelo delicato e spento, in particolare nelle cagne, nel 30% circa dei casi
  • Incontinenza, in particolare nelle cagne più grandi, in circa il 50%
  • Infiammazioni dell’orecchio più frequenti, in circa il 30%

Anche il comportamento sociale dei cani cambia: i cani maschi non riescono più a “odorare” e a classificarsi correttamente, cosa che causa errori di comunicazione grossolani. A volte i cani maschi castrati vengono “bullizzati” e cavalcati dai loro simili.

Ecco gli effetti positivi della castrazione del cane:

  • nessuna riproduzione sessuale
  • le cagne non vanno in calore e non soffrono di “pseudogravidanza”
  • niente stress correlato agli ormoni nei cani maschi

Inoltre, ci si aspetta che la castrazione possa ridurre il rischio di alcune malattie canine, come il tumore del testicolo e i problemi alla prostata nei maschi, le infezioni uterine e i tumori mammari nelle cagne. In termini statistici, il rischio di tumori mammari nelle cagne non castrate è circa del 2%. La riduzione di questa probabilità di cancro è auspicabile solo quando la cagna viene castrata prima di andare in calore la prima volta, ovvero precocemente.

Non bisogna pensare subito alla castrazione: Sterilizzazione e “castrazione a tempo”

La sterilizzazione è un mezzo proattivo per prevenire la riproduzione, pur mantenendo il normale apporto di ormoni nel cane o nella cagna. La sterilizzazione è chirurgicamente reversibile.

 

Un nuovo mezzo di castrazione è rappresentato dall’impianto di Suprelorin. Si tratta di un chip di castrazione che produce chimicamente l’effetto di una castrazione attraverso il principio attivo deslorelina e viene impiantato per via sottocutanea nel cane maschio. Riduce la libido, i livelli di testosterone e la fertilità dai 6 fino ai 14 mesi. Tempo sufficiente per testare gli effetti di una castrazione irreversibile “come prova”, perché gli effetti collaterali sono reversibili. Nel caso in cui questa sia una possibilità per il tuo cane, contatta il nostro team veterinario del Dr. Maxi Zoo: sarà lieto di consigliarti con un appuntamento online sull’argomento, sarai tu a scegliere se tramite video o tramite chat.

 

Il dispositivo Suprelorin non è (ancora) approvato per le cagne, ma è già stato testato.

Loading...

Altri articoli che potrebbero interessarti