• Spedizione gratuita da 45 €
  • Reso gratuito entro 30 giorni
  • Più di 8.000 articoli
Eine Nahaufnahme eines Lagotto-Romangnolo.

Lagotto romagnolo: il re del tartufo

Il lagotto romagnolo veniva originariamente allevato in Italia per la caccia in acqua. Oggi invece si occupa di un altro tipo di caccia: quella al tartufo. Grazie alla sua obbedienza e intelligenza, questo cane di taglia media sta diventando sempre più popolare. Il suo olfatto lo rende perfetto per ogni tipo di gioco di fiuto. Inoltre, è facile da curare e particolarmente indicato per le persone che hanno voglia di svolgere tante attività con il cane.

Loading...

Lagotto romagnolo: un nuotatore dal fiuto eccezionale

Chi si imbatte per la prima volta in un lagotto Romagnolo potrebbe sospettare qualche parentela con il barbone o il barboncino. La somiglianza non è un caso: entrambe le razze erano utilizzate in origine per la caccia in acqua. Il lagotto trovava largo impiego nella cacca alle folaghe, soprattutto nella laguna di Comacchio e nelle zone paludose della bassa pianura emiliano-romagnola. Verso la fine del XIX secolo le paludi vennero bonificate, così questi cani da caccia rimasero senza lavoro. Ciononostante, si distinsero presto anche in un altro ambito: la ricerca del tartufo. I funghi che crescono sottoterra, infatti, sono molto difficili da trovare, se non attraverso il senso dell’olfatto, particolarmente marcato nel lagotto romagnolo. Così il lagotto dimostrò di cavarsela molto meglio dei maiali da tartufo, che in passato venivano utilizzati di frequente, ma che spesso cadevano nella tentazione di divorarsi il pregiato fungo.

 

Il lagotto romagnolo è una razza molto antica, che cresce fino a raggiungere dimensioni medie, con un’altezza compresa tra 43 e 48 cm nel maschio e tra 41 e 46 cm nelle femmine. Il Lagotto Romagnolo viene allevato in sei possibili colori: bianco, marrone, bianco e marrone, roano marrone (bianco con striature marroni), arancio, bianco e arancio. La razza fu riconosciuta provvisoriamente nel 1995 dalla Fédération Cynologique Internationale (FCI), la più grande federazione canina internazionale, per poi ottenere il riconoscimento ufficiale nel 2005.

 

 

Caratteristiche e carattere del lagotto romagnolo

Il lagotto romagnolo ama il suo padrone e adora collaborare insieme a lui, nei confronti del quale si confronta in modo obbediente e intelligente. L’istinto di caccia, ereditato dal suo impiego come cane da tartufo, è naturalmente marcato. Poiché si tratta di un diligente lavoratore, ha bisogno di tenere impegnata la mente. Il suo fiuto si rivela utile in sport come il mantrailing (la ricerca di persone) o la caccia agli oggetti (non necessariamente tartufo!). Il lagotto ama le coccole e le lunghe passeggiate.

 

 

Educazione e addestramento del lagotto romagnolo

Il lagotto romagnolo è considerato un cane docile e facile da addestrare. Si lega molto al suo padrone: se viene trattato con amore, rispetto e coerenza, il lagotto si rivela un compagno dal carattere ben equilibrato. Inoltre, assicurati che il tuo amico a quattro zampe sia debitamente impegnato a livello fisico e mentale. Il lagotto romagnolo preferisce di gran lunga una casa con giardino a un appartamento.

 

 

Cura del lagotto romagnolo

Il lagotto romagnolo non perde pelo ed è facile da pulire. Il pelo andrebbe tagliato due volte all’anno. Particolare attenzione va prestata alle orecchie: è necessario rimuovere i peli che crescono nell’orecchio interno una volta al mese.

 

 

Caratteristiche del lagotto romagnolo

La razza può sviluppare diverse malattie ereditarie. La malattia da accumulo lisosomiale (LSD), una malattia metabolica, è stata recentemente scoperta nel lagotto. Inoltre, possono manifestarsi epilessia giovanile familiare benigna (JE), displasia dell’anca (HD) e una forma ereditaria di lussazione patellare (slittamento della rotula). Per questo motivo, durante l’acquisto di un cucciolo, è importante rivolgersi a un allevatore responsabile.

 

 

Trova i prodotti giusti per il tuo lagotto romagnolo!

Ai prodotti per cani

Ein Lagotto-Romagnolo bei einem Spaziergang.

Scheda informativa Lagotto romagnolo

  • Razza
    Lagotto romagnolo
  • Origine
    Italia
  • Classificazione
    Cani da riporto, cani da ricerca, cani da acqua
  • Dimensioni
    43-48 cm (maschio), 41-46 cm (femmina)
  • Peso
    13-16 kg (maschio), 11-14 kg (femmina)
  • Conformazione
    ben proporzionata e possente, quasi squadrata
  • Occhi
    grandi e rotondi; la gamma di colori spazia dall'ocra al nocciola fino al marrone scuro
  • Orecchie
    di grandezza media; triangolari con punta rotonda, pendenti
  • Pelo e colore
    pelo riccio e ondulato con sottopelo; pelo di copertura e sottopelo impermeabili; sei colori: bianco, marrone, bianco e marrone, roano marrone, arancio, bianco e arancio
  • Caratteristiche
    un tempo cane d'acqua, oggi da tartufo
  • Carattere
    socievole, desideroso di lavorare e intelligente
  • Cura
    non perde pelo, va tosato due volte all'anno; rimuovere regolarmente il pelo dalle orecchie
  • Salute
    Epilessia giovanile familiare benigna (JE), displasia dell'anca (HD), lussazione patellare, malattia da accumulo lisosomiale (LSD)

Trova i prodotti giusti per il tuo lagotto romagnolo

Loading...

Altri articoli che potrebbero interessarti