• Spedizione gratuita da 45 €
  • Reso gratuito entro 30 giorni
  • Più di 8.000 articoli
Ein appenzeller Sennenhund rennt einen Weg entlang.

Appenzeller Sennenhund – Un cane di famiglia vigile, che si fa sentire

I suoi antenati guidavano e sorvegliavano il bestiame al pascolo e, ancora oggi, il bovaro dell'Appenzell è un eccellente guardiano che ama essere a stretto contatto con la sua famiglia. Apprezza moltissimo le lunghe passeggiate e gli sport cinofili, così come le rilassanti coccole sul divano.

Loading...

Un diligente cane da lavoro delle Alpi

Il bovaro dell’Appenzell discende dai bovari svizzeri: questi robusti cani da fattoria erano ampiamente diffusi nelle montagne e nelle valli della Svizzera fin dal Medioevo, dove sorvegliavano la fattoria e tenevano assieme il bestiame. Il bovaro dell’Appenzell fu citato ufficialmente per la prima volta nell’opera “La vita degli animali nel mondo alpino” nel 1853; venne poi riconosciuto come razza di cane indipendente nel 1896. Nel resto d’Europa, il cane venne introdotto solo successivamente: ad esempio, in Germania la sua introduzione avvenne con la fondazione del Club del bovaro svizzero nel 1923, sebbene sia ancora oggi una razza poco nota. Con solo 100 cuccioli all’anno, è una razza di cane rara. Per fare un confronto, nel 2018 in Germania sono nati più di 10.000 cuccioli di pastore.

Carattere

L’intrepido bovaro dell’Appenzell è un vero e proprio guardiano. La vigilanza e l’istinto di protezione sono nei suoi geni. Il rapporto con la sua famiglia e le sue persone di riferimento è caratterizzato da un forte legame e da una fedeltà assoluta. Con i bambini è un compagno di gioco allegro e vivace. Tuttavia, se sono degli estranei ad avvicinarsi al suo territorio, il coraggioso quattrozampe reagisce comincia a insospettirsi e lo fa notare abbaiando chiaramente. Quando serve, questo cane di famiglia difende il suo “branco” di umani con passione e forza. Questo cane è desideroso d’imparare, intelligente e, se ben addestrato, molto obbediente.

Educazione e addestramento del bovaro dell'Appenzell

Il bovaro dell’Appenzell non è un cane adatto alla città: idealmente, dovrebbe vivere in un grande terreno che possa sorvegliare e all’interno del quale possa muoversi liberamente. Se non viene utilizzato come cane pastore, per scaricarsi ha bisogno di lunghe passeggiate e di tante ore di gioco. Un buon modo per mettere alla prova questo concentrato di energia è praticare sport come l’agility o il canicross. Grazie alla loro ubbidienza, bontà e intelligenza, questi cani sono addestrati anche come cani da difesa, da soccorso alpino e da assistenza. Il bovaro dell’Appenzell ha bisogno di un’educazione coerente: oltre a frequentare una scuola per cani, è importante abituare fin dall’inizio questa razza alla socializzazione con altri esseri umani e cani, così da rendere più pacifica la convivenza.

Cura

La cura del pelo è piuttosto semplice: è sufficiente una spazzolatura occasionale.

Peculiarità del bovaro dell'Appenzell

Gli standard di razza, stabiliti piuttosto arbitrariamente nel 1913, attribuiscono ai cani un manto tricolore nelle tonalità marrone, bianco e nero. Per preservare questa combinazione di colori che non esisteva in origine, gli allevatori hanno praticato in modo mirato per decenni la riproduzione tra consanguinei. Ciò ha portato a malattie ereditarie come problemi articolari e cataratta, nonché a una riduzione dell’aspettativa di vita, che oggi è di circa otto anni nei cani provenienti da allevamenti poco seri. Gli esemplari in salute, invece, possono raggiungere i 12 anni di età.

 

Per questo, quando si cerca un bovaro dell’Appenzell è particolarmente importante rivolgersi a un allevatore responsabile che sia focalizzato sulla salute piuttosto che sull’aspetto dei cani. Gli indirizzi degli allevatori affidabili sono disponibili presso l’ENCI (Ente nazionale della cinofilia italiana)

 

Scopri i migliori prodotti per il tuo bovaro dell’Appenzell!

Ai prodotti per cani

Eine Appenzeller Sennenhund.

Scheda informativa Bovaro dell’Appenzell

  • Razza
    Bovaro dell’Appenzell
  • Origine
    Svizzera
  • Classificazione
    Pinscher e Schnauzer, molossoide, bovaro svizzeri e altre razze
  • Dimensioni
    al garrese 52-56 cm (maschio), 50-54 cm (femmina)
  • Peso
    25-32 kg
  • Conformazione
    robusta, possente, muscolosa
  • Occhi
    piccoli, a mandorla, da marrone chiaro a marrone scuro
  • Orecchie
    orecchie triangolari, con attaccatura alta
  • Pelo e colore
    pelo folto, corto, lucido, sottopelo morbido; marrone, bianco, nero
  • Caratteristiche
    ha bisogno di molta attività e dispendio, molto legato alla famiglia
  • Carattere
    attento, coraggioso, amante dei bambini, impulsivo, docile
  • Salute
    a causa della riproduzione tra consanguinei tende ad avere problemi articolari e agli occhi; i cani provenienti da allevamenti problematici hanno una bassa aspettativa di vita di soli otto anni
  • Cura
    spazzolamento occasionale del pelo

Trova i prodotti giusti per il tuo bovaro dell'Appenzell

Loading...

Altri interessanti argomenti e profili delle razze dei cani