• Spedizione gratuita da 45 €
  • Reso gratuito entro 30 giorni
  • Più di 8.000 articoli
Ein Hund kuschelt mit einem Baby.

Cane e bambino: passo passo per creare la squadra dei sogni

È necessario anche preparare un cane all’arrivo un bambino, molto prima che il bambino sia in casa. Perché il bambino cambia il tutto il mondo non solo ai futuri genitori, ma anche al vostro cane. Per questo motivo, il cane dovrebbe idealmente essere preparato durante la gravidanza per il suo nuovo ruolo di “babysitter”.

Loading...

Iniziare l’addestramento già durante la gravidanza

In linea di principio, i cani come animali da branco hanno un atteggiamento positivo quando la famiglia cresce. Iniziare l’addestramento già in gravidanza è utile per due motivi:

 

  • Un neonato richiede molte attenzioni soprattutto nei primi mesi di vita. Quindi avrete meno tempo per il vostro cane e probabilmente non avrete la capacità per un addestramento extra.
  • Il cane non dovrebbe collegare il cambiamento, ovvero il fatto che avete meno tempo per lui, all’arrivo del neonato. Quindi, è importante che il cane passi gradualmente alla nuova situazione.

 

In fondo non è così difficile. Dovete solo abituare il cane a nuovi suoni, regole e abitudini quotidiane.

Lasciate che il vostro cane partecipi allo sviluppo del neonato, permettendogli di coccolarsi vicino alla pancia. In questo modo ascolterà il battito del neonato, percepirà i suoi movimenti e anche gli odori diversi della futura mamma. Tutto questo, insieme a coccole, carezze e parole dolci, avrà su di lui un effetto positivo.

 

Preparare il cane a un neonato

Una delle cose di base che un cane deve sicuramente fare all’arrivo del neonato è venire in modo affidabile e tornare al proprio posto rispondendo ai comandi. Non dimenticate inoltre di allenarvi regolarmente con lui a fargli portare via i suoi giocattoli. I neonati e i bambini piccoli, in particolare, non pensano a nulla quando raggiungono un giocattolo, e il cane dovrebbe accettare questa situazione senza ringhiare.

 

Inserite un CD su cui sono registrati rumori, con le grida e i versi dei neonati. Spesso si sottovaluta che anche il cane deve essere abituato ai nuovi rumori. Iniziare a mettere il CD a un volume basso e poi un po’ più alto ogni giorno, fino a raggiungere il volume normale del pianto del bambino. Aiutate il vostro cane a collegare i suoni in modo positivo:

 

  • Ogni volta che sentite piangere, mostratevi particolarmente rilassati e di buon umore
  • Sorridete, accarezzatelo, dategli un bocconcino o giocate un po’ con lui.
  • Il cane collega in questo modo: I suoni del bambino non sono solo normali, ma anche fantastici

 

Dopo aver completato questo addestramento per 2-3 settimane, dovreste iniziare a ridurre l’attenzione del cane quando il CD è in esecuzione. Legate una bambola o un altro fagotto davanti alla pancia e fate finta che il neonato sia già lì. Mandate il cane al suo posto quando si avvicina in modo troppo invadente. Dopo tutto, deve abituarsi non solo al rumore, ma anche al fatto che non riceve attenzione quando il bambino la richiede. Le coccole e i bocconcini non sono disponibili fino a quando non avrete finito di prendervi cura del “neonato”.

 

Passeggiate anche con il passeggino vuoto (anche se i passanti vi guardano in modo un po’ strano), per abituare il cane all’accessorio e al nuovo ritmo. Durante queste passeggiate, allenate l’obbedienza di base del cane e soprattutto il richiamo. In questo modo capirà rapidamente che deve essere molto affidabile soprattutto durante le passeggiate con il neonato. E non dimenticate di anticipare o posticipare le passeggiate mattutine.

„Il vostro cane deve imparare il prima possibile che molte abitudini cambiano”

Pianificare in anticipo la vita di tutti i giorni con il bambino e il cane

Se non siete sicuri di cosa dovete considerare: Chiedete a genitori esperti e proprietari di cani di raccontarvi come potrebbe svolgersi la vita da mamma/papà con un cane. Allattare, cambiare il bambino, prendersi cura di lui, coccolarlo, abituarsi ai nuovi orari, alle passeggiate con il passeggino: tutto questo potete almeno in parte già prevederlo. Appare subito chiaro che in futuro il tempo per il vostro cane si ridurrà e ciò per lui dovrà essere normale, addirittura piacevole.

 

Ciò include anche il fatto che alcune stanze saranno tabù in futuro. Per il resto, vietare a un cane l’accesso ad aree specifiche è un eccellente esercizio di subordinazione: Siete il capo e decidete chi può entrare e in quale zona. La camera dei bambini non è inclusa. Fate esercizi con il cane che deve stare all’aperto o, in alternativa, solo con voi. In base all’esperienza, il divieto severo per il cane è più facile da capire.

Per il vostro amico a quattro zampe, create un rifugio particolarmente attraente nel soggiorno: una coperta super morbida, un cesto o un cuscino particolarmente comodo. Può ritirarsi lì se il trambusto diventa troppo per lui o se gli ordinate di fare una pausa.

 

Scegliete un angolo che sia chiuso su due lati, dove possa essere riparato, ma dal quale abbia un’ampia visuale sul territorio. Accompagnatelo lì con un bocconcino goloso, fatelo stendere (dolcemente, non gridando “terra”!) e consegnategli il premio.

 

Inizialmente vorrà alzarsi e seguirvi. Voi dovrete rimandarlo in silenzio al suo posto. Continuate così fino a quando rimarrà tranquillo al suo posto anche quando voi entrate o uscite dalla stanza. Ricordate di utilizzare anche il comando “calma”: Andate verso il cane, lodatelo brevemente e “liberatelo” con un “vieni qui” o “vai”. Presto il vostro cane capirà il senso dell’esercizio e rimarrà rilassato in questo posto. A proposito, questo posto dovrebbe essere vietato al bambino fin dall’inizio, in modo che anche l’amico a quattro zampe abbia un posto dove sentirsi sicuro e indisturbato.

 

Il primo incontro tra cane e neonato

Ein Hund kuschelt mit einem Baby.

 

È un classico, ma funziona davvero: Subito dopo la nascita del bambino, portate al cane un pannolino o una tutina usata e fategli dare una bella annusata. Così l’odore del bambino quando torna a casa non sarà così nuovo per lui. L’ideale sarebbe se mamma e bambino fossero già in casa e poi lasciassero il cane nella stanza. Salutate il cane come sempre e fategli annusare brevemente il bambino, quindi il vostro partner dovrebbe distrarlo di nuovo con coccole e giochi. Dovrebbe essere programmato ogni giorno un “momento per il cane”, in modo che il cane non venga trascurato.

 

Se preparate il cane in tempo per il vostro bambino, il vostro amico a quattro zampe lo accetterà come nuovo membro della famiglia molto rapidamente e, se è un po’ più grande, sicuramente i due diventeranno i migliori amici.

 

Ciononostante, non lasciate mai il bambino da solo con il cane. È bene avere fiducia, ma nei primi mesi di vita il neonato è completamente indifeso e un cane non è mai prevedibile al 100%. Anche il cane più affettuoso potrebbe reagire diversamente dal previsto in una situazione di stress. Per proteggere il bambino, pensate anche alla cura della salute del vostro cane: Sverminazione e vaccinazioni fatte in modo regolare non solo proteggono il cane, ma impediscono anche la trasmissione di parassiti pericolosi al bambino.

Lista di controllo per la convivenza di cane e neonato:

  • Procurarsi un CD con i suoni del bambino e metterlo più volte al giorno. Contemporaneamente date al cane bocconcini e cibo, in modo che associ i suoni in modo positivo.
  • Prendete un orsacchiotto o una bambola e giocate a fare il “bambino” con lui. In questo modo il cane si abitua a non ricevere alcuna attenzione quando vi dedicate al bambino.
  • Abituare il cane a orari nuovi o flessibili per le passeggiate e l’alimentazione.
  • Dichiarare la stanza del neonato zona tabù, molto prima dell’arrivo del neonato.
  • Allenatevi a fare passeggiate con il passeggino, affinché il cane si abitui al nuovo ritmo e al nuovo accessorio.
  • Preparate un’area di riposo molto accogliente per il vostro cane.
  • Assicuratevi di sverminare il vostro cane prima che il bambino entri in casa.
  • Portate al cane qualcosa dall’ospedale che ha l’odore del bambino.
  • Non lasciate mai il cane da solo con il bambino. Anche gesti involontari, per esempio con una zampa allungata spontaneamente, possono portare a gravi lesioni nei bambini piccoli.
Loading...

Altri articoli che potrebbero interessarti