• Spedizione gratuita da 45 €
  • Reso gratuito entro 30 giorni
  • Più di 8.000 articoli

4 consigli per lasciare il cane in pensione durante le vacanze

La scelta migliore è sempre quella di portare il cane con sé anche durante le vacanze: alberghi e campeggi presso i quali sono ormai benvenuti sono sempre di più, così come le spiagge, e Fido può anche viaggiare in treno oltre che in cabina, in aereo, su determinate compagnie aeree e a determinate condizioni.

 

Tuttavia ci sono viaggi, non solo vacanze ma anche impegni di lavoro o personali e famigliari, che sono troppo stressanti anche per il nostro cane (senza contare che ci sono Stati in cui determinate razze non possono entrare) e se non ci sono soluzioni alternative, come per esempio un parente o un amico che conosce l’animale e le sue abitudini e ha modo per occuparsene, la soluzione ultima rimane per forza di cose la pensione.

Le pensioni per cani ormai sono innumerevoli, e scegliere la migliore per il proprio cane e per sé non è affatto semplice. Ma soprattutto, dopo aver individuato la struttura di cui ci si può fidare, rimane da gestire il momento dei saluti a Fido, perché lasciare il cane in pensione non significa affatto portarcelo il giorno della partenza, salutarlo velocemente e sparire per giorni e giorni. Anzi.

 

Lasciare il cane in pensione per il periodo delle vacanze è un percorso da affrontare con calma e insieme a Fido, preparandosi con anticipo: ecco allora i 4 consigli per lasciare il cane in pensione senza che sia per lui traumatico.

Cosa fare prima di lasciare il cane in pensione

Come prima cosa è bene recarsi più volte presso la pensione con il proprio cane: un giretto serale o mattutino, una domenica pomeriggio, qualche ora per qualche volta finché il cane non riconosce il luogo.

Una volta che il cane trova famigliare la pensione si può pensare di lasciarcelo per una notte o un intero weekend: questa progressività serve a fare in modo che Fido si convinca che non lo stiamo abbandonando, e ad abituarlo al personale della pensione.

Quando poi si tratta di lasciare davvero Fido in pensione e salutarlo per qualche tempo, è bene portare con sé qualche oggetto a lui consuetp: se possibile le sue cose (la ciotola, un gioco, la sua coperta) ma anche qualcosa di nostro, come una maglietta con il nostro odore. Questo servirà a tranquillizzarlo e a rendergli ancor più abituale il nuovo ambiente.

Un’altra cosa importante può essere portare con sé il cibo a cui è abituato: cambiare repentinamente abitudini alimentari è senza dubbio traumatico, mentre un cibo famigliare può senza dubbio aiutare Fido a sentirsi “più a casa”.

A voi è mai capitato di dover lasciare il cane in pensione per un certo periodo? E come vi siete comportati?