• Spedizione gratuita da 45 €
  • Reso gratuito entro 30 giorni
  • Più di 8.000 articoli
Welpe alleine zu Hause, Unbeaufsichtigter Welpe

Lasciare da soli i cuccioli: da quando, come e per quanto tempo?

La paura di essere lasciati da soli nei cuccioli è quasi innata. Perché per i cuccioli è fondamentale per la sopravvivenza rimanere sempre vicini alla mamma e ai compagni del branco. Lasciato da solo un cucciolo di solito non è in grado di sopravvivere. Dopo le prime 15 settimane con la madre, siete voi ad assumere la responsabilità del cucciolo. L’esperto di Maxi Zoo vi dà consigli su come il vostro cucciolo impara a stare da solo passo dopo passo.

Loading...

Perché i cuccioli sono afflitti dalla paura della separazione

In genere un cucciolo vi viene dato a un’età media di 12 settimane. In questo momento perde la compagnia dei fratelli e le premure della madre. Spetta a voi assumervi la responsabilità del piccolo e dargli sicurezza, cibo e affetto. Già in questo momento, infatti, si pongono le fondamenta del suo rapporto con voi.

 

Affinché il cane socializzi bene in seguito, fate attenzione che il cucciolo non venga separato troppo presto dalla madre. Ad esempio, una separazione a otto settimane può causare una successiva paura della perdita nel giovane cane. Anche per lo sviluppo mentale del cucciolo è importante che il giovane cane non sia abbandonato a se stesso fino alla 15a settimana di vita.

 

Arrivato nella nuova casa, il cucciolo deve assimilare innanzitutto la sua prima separazione e abituarsi al nuovo padrone o alla nuova famiglia di persone. Per lui tutto è nuovo, eccitante o inquietante allo stesso tempo. Il ritmo del giorno, i suoni, le voci e gli odori insoliti sono un lavoro proprio pesante per il cucciolo. Pertanto il cucciolo deve innanzitutto sviluppare la propria fiducia in voi e legarsi a voi, prima che possiate pensare di lasciare da solo il vostro giovane amico a quattro zampe.

I primi esercizi per stare da soli

A partire dal quinto mese dovresti iniziare l’allenamento per lasciarlo da solo. Ogni cucciolo reagisce in modo diverso quando il padrone esce dalla stanza o dall’appartamento. Se siete fortunati, il vostro cucciolo si arrotola nella sua cesta e dorme. Ma questa è l’eccezione. La maggior parte dei cuccioli diventa nervosa, inizia ad abbaiare o a guaire e potrebbe cominciare a scaricare la propria frustrazione e lo stress sul vostro arredamento. Per questo motivo è necessario fare con cautela gli esercizi di preparazione alla solitudine.

 

Già il fatto di andare al bagno si delinea come un primo esercizio. Lo scopo di questo esercizio quotidiano è quello di rendere chiaro al vostro cucciolo: “Andrò da solo in questa stanza e tornerò subito”. Per il cucciolo, questa “scomparsa improvvisa” del suo padrone deve diventare scontata. È quindi importante che non si tenga in considerazione prima di tutto il cucciolo. Per esempio, fatelo giocare con il suo giocattolo o gli ossi da masticare e usate questo momento per uscire dalla stanza in modo discreto. Nello stesso modo non appariscente in cui siete scomparsi, dovreste anche apparire discretamente. Non lasciatevi assolutamente invogliare a creare una cerimonia di separazione o di addio con una coccola speciale.

 

Un altro esercizio semplice è il fatto di passare spesso da una stanza all’altra senza prestare attenzione al cucciolo. Il tuo piccolo ti seguirà e non solo una volta. Spostatevi spesso da una stanza all’altra, finché il cucciolo non si divertirà più a seguirvi. Quando il cucciolo accetta di stare in un’altra stanza, è il momento di passare agli esercizi successivi.

Il grande passo davanti alla porta

Ora potete osare a lasciare il vostro cucciolo da solo per la prima volta, uscendo dall’appartamento. Anche in questo caso è molto importante che agiate in modo discreto, senza indirizzare un gesto di addio o parole di saluto al cucciolo. Chiudete la porta dietro di voi, fermatevi subito e ascoltate i suoni emessi dal vostro cucciolo. Se inizia subito a piangere o a guaire, rientrate, ma senza prenderlo in considerazione! In questo caso dovrete tornare agli esercizi preliminari e allenarlo in modo ancora più costante. Tuttavia, se il vostro cucciolo è calmo, è il momento di aumentare la durata dell’assenza. All’inizio è sufficiente ad esempio portare fuori l’immondizia, mentre in seguito sarà possibile pulire le scale della casa e a un certo punto si potrà andare a fare un po’ di shopping.

 

Ein Puppy liegt in seinem Welpenbett.

 

Se sapete già che il vostro cane deve stare da solo più a lungo solamente in determinati orari della giornata, allenatelo a stare da solo alla stessa ora del giorno. In questo modo imparerà a regolare il proprio orologio interno e potrà aspettare molto più tranquillamente il vostro ritorno.

Per quanto tempo è possibile lasciare i cuccioli da soli?

Non esiste una risposta generale a questa domanda importante. Ogni cane è diverso. Per i cuccioli però è molto chiaro: il più breve possibile! Perché i cuccioli in genere hanno periodi di sonno e veglia brevi e devono alleggerirsi rapidamente. Se il cucciolo si sveglia troppo spesso in vostra assenza e ha bisogno di un po’ di sollievo, questo può causare un’impurità permanente del cane. A causa della frustrazione o dell’ansia può anche prendere l’abitudine di rosicchiare divani e gambe del tavolo. Gli schemi comportamentali indesiderati o i disturbi della paura possono essere il risultato del fatto di essere stati da soli troppo a lungo durante l’età dei cuccioli.

 

Ricordate che anche per i cani adulti non è appropriato essere lasciati a casa da soli ogni giorno per una lunga giornata di lavoro. A questo proposito il massimo è considerato essere cinque ore.

 

Continua a leggere nella guida Maxi Zoo “Lasciare il cane da solo“.

Loading...

Altri articoli che potrebbero interessarti