• Spedizione gratuita da 45 €
  • Reso gratuito entro 30 giorni
  • Più di 8.000 articoli

I cibi insospettabilmente velenosi per i nostri cani e gatti

Quando si tratta di dare da mangiare ai nostri cani e gatti siamo sempre tutti molto attenti: nutrire i nostri pelosi nel modo corretto è infatti il modo più semplice per fornire loro tutti i nutrienti di cui hanno bisogno per le loro attività, in modo bilanciato e tale da favorire il loro benessere e la loro longevità.

Tuttavia, foss’anche in un gesto d’affetto, c’è anche chi non rinuncia ad allungare qualche boccone del proprio pasto ai propri animali domestici, spesso non sapendo che alcuni cibi per gli uomini possono essere insospettabilmente tossici se non proprio velenosi per i nostri cani e gatti.

Vediamo i più comuni.

Le ossa cotte

Se le ossa crude sono tutto sommato gestibili dai nostri cani, quelle cotte diventano fragili, rischiando di spezzarsi durante la masticazione esponendo i nostri animali al pericolo di perforazioni intestinali. Ecco perché è bene tenere nel piatto le ossa avanzate dai nostri pasti, soprattutto quelle di polli e conigli.

Gli insaccati

Qui l’allarme sul rischio tumori appena lanciato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità non c’entra: il problema è che gli insaccati sono spesso estremamente salati, e la pelle dei salumi ormai è quasi sempre di materiale plastico sintetico.

Lo zucchero e i dolci

Se il cane digerisce tutto sommato bene lo zucchero comune, ha ben maggiori problemi con il lattosio, da cui il divieto di dare il latte ai nostri animali pelosi, gatto compreso, così come quello di dare loro i dolci industriali: questi infatti contengono spesso xilitolo, un dolcificante dietetico che può generare stati confusionali o danni epatici ai nostri animali.

Patate, pomodori e melanzane

Tutti e 3 contengono solanina, un componente che il cane non è in grado di digerire e che può provocare tachicardia e affanno. Se cotti invece la solanina scompare e possono essere messi nella ciotola dei nostri animali, sempre che li gradiscano.

Noci e semi

La frutta in guscio, i semi e i noccioli della frutta non solo contengono alcune sostanze potenzialmente tossiche per i nostri animali, ma rappresentano anche un rischio di ostruzione intestinale che cani e gatti non saprebbero gestire.

Cipolle e aglio

Quasi onnipresenti in tutte le pietanze umane, cipolla e aglio sono totalmente off-limits per cani e gatti, crude, cotte, a spizzichi o in qualunque altra forma: cani e gatti infatti non dispongono dell’enzima per la loro digestione, e la loro digestione può provocare diarrea, vomito e gravi complicanze gastro-intestinali.

Uva e uvetta

Uva e uvetta sembrano bocconcini innocui per i nostri cani e gatti e invece anche questo frutto risulta indigeribile per i nostri pelosi al punto che potrebbe causare vomito e problemi renali.