Che la presenza degli animali da compagnia accanto ai pazienti favorisca l’esito positivo di numerose terapie è ormai un fatto assodato, e ora la pet therapy entra anche nei reparti di pediatria, come quello dell’Ospedale Fatebenefratelli di Milano: nella struttura meneghina infatti ora i bambini posso affrontare i momenti di cura portando con sé i loro amici pelosi, il tutto in base a un provvedimento del Consiglio regionale lombardo che segue l’Accordo tra Ministero della Salute e Regioni in materia di benessere degli animali.

Recarsi in Ospedale è infatti sempre un momento emotivamente traumatico per un bambino, e il conforto del proprio cane, da accarezzare e tenere al proprio fianco, è stato considerato un aspetto importante per rendere meno stressante il momento della cura.

Quello di Milano non è il primo caso: pioniere è stato l’Ospedale Meyer di Firenze in cui fin dal 2002, grazie alla Fondazione Livia Benini, operano alcuni cani addestrati per stare accanto ai bambini in alcuni momenti della giornata dedicati allo svago e al relax; e pure all’Ospedale Infantile Regina Margherita di Torino stanno lavorando affinché i cani possano stare accanto ai bambini nei momenti di cura e ricovero.

Commenti

commenti