Ci sono situazioni e periodi dell’anno in cui il pelo del cane emana un cattivo odore che, nel caso di animali domestici, ristagna in casa ed è difficile da eliminare. I motivi per cui il manto del cane puzza possono essere i più diversi, e prima di acquistare prodotti per l’igiene della casa è bene capire perché il cane ha un odore insistente e cosa si può fare per eliminarlo.

Perché il pelo del cane puzza?

Il cattivo odore del cane può dipendere da:

Razza del cane
Una prima distinzione grossolana si può fare tra cani che tendono di più a emanare cattivo odore e cani che puzzano di meno: in via del tutto generale i cani a pelo duro (come i bassotti) o con pelo a ricrescita continua (i barboncini, per esempio) tendono ad avere odori meno fastidiosi; i cani a pelo lungo, da pastore o da pista e da sangue (i segugi, in tutte le loro declinazioni) tendono a emanare un odore più marcato e insistente. Anche i cani con un manto con molto sottopelo o particolarmente oleoso tendono ad avere un odore più persistente.

Alimentazione
Anche la dieta può influire sull’odore emanato dal cane, in particolare a partire da alito e gengive: la prima cosa che si può fare è acquistare prodotti che mantengono sani e puliti i denti e la bocca del cane, come i bastoncini in vendita nei negozi per animali; inoltre è sempre consigliato rivolgersi al proprio veterinario di fiducia per farsi consigliare la dieta più adatta in base alla razza e alla stagione dell’anno.

Fattori esterni
Infine anche alcuni fattori esterni – come la pioggia, o l’area verde ove portiamo il nostro Fido – possono influire sull’odore emanato.

Come eliminare l’odore di cane

Prima di tutto è importante prendersi cura regolarmente dell’igiene del proprio cane: spazzolarlo regolarmente e fargli un bagno a intervalli regolari con prodotti specifici per animali che non risultino aggressivi sulla pelle è il primo passo per evitare l’accumularsi dello sporco.

La spazzolatura può anche avvenire una o due volte a settimana: bastano pochi minuti, con tocco leggero e sempre in direzione del manto, per eliminare la maggior parte dello sporco presente sul manto; la frequenza con cui lavare il cane dipende sia dalle abitudini che anche dalla razza: idealmente una volta al mese è più che sufficiente, ma è sempre bene consultare il veterinario anche per questa operazione che potrebbe danneggiare la cute.

Il secondo passo fondamentale per eliminare l’odore di cane in casa è curare l’igiene degli ambiti frequentati più spesso dal nostro animale: il cuscino su cui dorme, il telo con cui si ricopre il divano, la ciotola in cui mangia e gli altri oggetti d’utilizzo quotidiano possono accumulare germi e batteri e diffondere odori sgradevoli. Usare l’aspirapolvere quotidianamente sui tessuti e lavare con acqua calda e detergenti specifici non aggressivi che non disturbano l’animale aiuta a tenere profumata la casa.

Rimedi naturali contro l’odore di cane
Esistono anche alcuni rimedi naturali che possono aiutare ad eliminare l’odore di cane. Il bicarbonato di sodio, aggiunto all’acqua del bagnetto aiuta a pulire e rendere lucente il manto; lo stesso bicarbonato di socio, o l’aceto di mele, aggiunto a dell’acqua, risulta efficace per pulire quando il cane sporca accidentalmente in casa. Se invece ci sono due o più cani in casa è importante sapere che gli animali tendono a prendersi cura a vicenda, pulendosi reciprocamente e limitando il proliferare di cattivi odori.

Cosa non fare per eliminare l’odore di cane

Ci sono anche alcune cose che non bisogna mai fare per cercare di eliminare l’odore di cane da casa: vietatissimo usare profumi e deodoranti per le persone, così come detergenti, shampoo e bagnoschiuma che si usano per la cura e l’igiene personale: il Ph della pelle di un cane è totalmente diverso da quello di una persone e detergenti troppo aggressivi potrebbero procurare infiammazioni o irritazioni all’animale. Attenzione anche a disinfettanti e igienizzanti per la casa: anche in questo caso potrebbero risultare dannosi per l’animale: nel caso di irritazioni della pelle dell’animale è bene valutare subito le caratteristiche dei prodotti per la casa utilizzati abitualmente.

Commenti

commenti