Anche i criceti, nel loro piccolo, hanno i loro gusti in fatto di cibo. Volete scoprire cosa evitare e cosa invece preferire per farli felici?

Per prima cosa bisogna tener conto del fatto che molti criceti sono intolleranti al lattosio: vanno quindi evitati latte e derivati, in particolare i formaggi salati. Questi cibi non sono tossici ma possono essere mal tollerati dal criceto, quindi meglio non rischiare. In sostituzione, potete deliziare il vostro amico con un cucchiaino di yogurt ogni tanto. L’ideale è lo yogurt di soia (un buon integratore di proteine) ai frutti rossi (ricchi di antiossidanti).

Ma di cosa vanno veramente ghiotti i criceti? La risposta è molto semplice, queste piccole palle di pelo amano i semi. Se si parla di golosità però fate attenzione, evitate i dolci e tutti i cibi a base di miele, rischiosi per le sacche guanciali del criceto. Molto meglio le noci, le mandorle, i semi di lino o una mela disidratata, priva di zuccheri: si tratta di piccoli sfizi molto graditi che faranno anche bene alla loro salute.

Evitate invece la pasta e i carboidrati lavorati e ricordate sempre che la dieta ideale del criceto comprende cereali e legumi. Divieto assoluto al cioccolato, quindi bando a biscotti e merendine: sono assolutamente tossici per lui, quindi mangiateli senza sentirvi in colpa, ma fateli sparire dalla sua vista. Infine escludete i cibi dai sapori “forti” come aglio, cipolle, rapanelli piccanti.

Chi non risica non rosica? In questo caso non tenete conto del proverbio: per la salute dei piccoli “rosicchiatori”, è meglio non rischiare.

Commenti

commenti