Criceti dorati, topi, conigli o porcellini d’India che vivono liberi in natura cercano da soli ciò di cui hanno bisogno per coprire il fabbisogno di vitamine e sostanze minerali, ma anche di proteine, grassi e carboidrati.  Gli animali domestici, invece, possono solo limitarsi a scegliere tra quello che viene messo a loro disposizione. Per questo è importante offrire al proprio pet alimenti che apportino tutto ciò di cui ha bisogno.

Più vitamina D per tutti

Normalmente la vitamina D viene prodotta autonomamente dagli animali, purché abbiano a disposizione la luce solare. Sfortunatamente i raggi UVB in inverno non sono sufficienti e in parte sono anche catturati dai vetri delle finestre. È quindi opportuno introdurre la vitamina D attraverso l’alimentazione. Attenzione, però, perché esiste il rischio di un sovradosaggio, dato che la vitamina D è liposolubile e aumenta nell’organismo. Cerca dunque di stimolarne la produzione attraverso una lampada o lampadina UVB, posta in sicurezza e ad una distanza adeguata. Attraverso un timer esterno potrai stabilire le ore in cui tenerla accesa.

Un inverno a base di verdure

È fondamentale che anche in inverno tutti i piccoli animali consumino gli stessi alimenti freschi ricchi di vitamine e minerali di cui si nutrono in estate. Le verdure fresche, infatti, contengono, oltre a vitamine e sostanze minerali, anche sostanze vegetali secondarie come acqua e fibre, essenziali per la funzionalità del metabolismo e per una buona digestione.

Alcune importanti accortezze

  • Somministra ai tuoi piccoli amici verdure fresche
  • peperoni (gialli), broccoli e finocchi sono ricchi di vitamina C
  • offrigli solo la quantità di frutta e verdura che viene effettivamente consumata
  • non dimenticare le erbe essiccate
  • coltiva erba per roditori, come crescione e prezzemolo
  • fai attenzione alla frutta, perché contiene zuccheri e acidi
  • fieno a volontà

Commenti

commenti