Come ogni anno, l’8 settembre ricorre l’Iguana awareness day, la giornata dedicata alle iguane. Che siate da sempre degli amanti del genere, oppure dei neofiti, vogliamo cogliere questa occasione per raccontarvi alcune curiosità su questo fantastico animale.

Uscite dal guscio

E non mimetizzatevi tra le foglie. Se volete che l’amicizia con la vostra iguana nasca e cresca forte e sana, è bene conoscere fino in fondo il vostro pet.

Per voi la vostra iguana sarà sempre la vostra cucciolina, ma sapete che queste bestioline arrivano a misurare due metri di lunghezza? Dei dinosauri insomma.
Non solo maestre di dimensioni, ma anche di prestazioni! Le iguane infatti sono regine di riproduzione. Pensate che per le tribù indigene del Sud America, erano delle vere e proprie Dee della fertilità. Questo perché le iguane arrivano a deporre fino a 40 uova. Altra curiosità legata al periodo della riproduzione: le iguane femmine, prima della posa delle uova, smettono di mangiare e iniziano a bere molto più del normale.
Se poi ancora siete convinti che siano delle piccole creaturine, significa che non le avete ancora viste nella stagione degli amori. Quando i maschi si “innamorano” infatti cercano di sembrare ancora più grandi. Si ingrossano, gonfiano il collo ed emettono fischi per farsi notare. Non solo, i maschi sono dotati anche di una cresta più lunga rispetto a quella delle femmine che mostrano nella fase del corteggiamento.
E se si parla di cosa le iguane hanno in testa non possiamo non far riferimento al loro terzo occhio. Non è un vero e proprio occhio ovviamente, ma si tratta di una struttura nervosa coperta da squame trasparenti collegata direttamente al cervello e serve per distinguere il giorno dalla notte.
Passiamo dal capo, alla coda. Importantissima per lottare e nuotare, può essere addirittura persa per scappare dalla presa dei predatori. Ma nulla è perduto. Una nuova coda ricrescerà più forte e colorata di prima.

Di sicuro ora ne saprete di più sulle iguane, ma non alzate troppo la cresta, non è finita qui.

Commenti

commenti