Sapete da dove arriva questo modo di dire? Quando le temperature si abbassano di molto, gli eschimesi sono soliti dire “fa freddo per due cani” perché nei periodi più rigidi queste popolazioni accolgono gli amici animali all’interno delle tende, così da scaldarsi a vicenda.

Qui non farà un freddo polare, ma siamo sicuri che non vorrete di certo che i vostri pet prendano il raffreddore. Proprio per questo ci sono alcune semplici regole da rispettare.

Prima di tutto, bagnetti e toelettature vanno ridotti… all’osso. Questo per evitare che l’animale possa non asciugarsi bene e rimanere umido.

Le passeggiate e i momenti all’aperto, invece, non devono essere sacrificati, perché rimangono un momento importante per i vostri cuccioli, ma ricordate che cappotti e mantelline sono ottimi alleati per proteggerli dagli sbalzi termici e scegliete i momenti più caldi della giornata per uscire.

Dopo la camminata all’aperto si torna al calduccio della cuccia. Per fare in modo che la sua casetta, anche se posta all’esterno, non si raffreddi troppo, potete dotarla di pannelli isolanti o riscaldarla con una lampada termica. Se invece il cane dorme in casa, fate in modo che non si addormenti troppo vicino alle fonti di calore, per evitare che risenta della differenza di temperatura quando lo porterete fuori a spasso.

L’inverno? Con questi consigli non sarà difficile prenderlo di PET.

Commenti

commenti