Nel giardino di casa, oppure in un parco pubblico o durante una passeggiata nel bosco, da primavera all’estate, non è impossibile trovare un uccellino caduto dal nido, e la domanda su cosa fare è sempre quella: raccoglierlo o lasciarlo per terra?

Raccogliere o no un uccellino caduto dal nido?

La prima cosa da sapere è che raramente, molto raramente, un uccellino cade dal nido. In realtà i nidiacei non cadono al suolo ma abbandonano volontariamente il nido quando ancora non sanno perfettamente volare. È il primo passo verso l’autonomia e nel frattempo i genitori li accudiscono. Quindi in linea generale raccogliere un uccellino da terra non è cosa da fare: si tratta infatti ragionevolmente di strapparlo alle cure parentali dei suoi genitori, soprattutto se appare sano benché non ancora capace di nuotare.

> Leggi anche: Cosa dare da mangiare agli uccelli in giardino?

Quando raccogliere un uccellino caduto dal nido

Ci sono due casi in cui però è giusto raccogliere un uccellino caduto dal nido. Il primo è quando l’animale è esposto a un potenziale pericolo da parte di un predatore, per esempio il gatto di casa, o un randagio, o un cane. In questo caso, se non è possibile contenere la minaccia (per esempio chiudendo in casa il proprio gatto) ha senso raccogliere l’uccellino a terra.

Il secondo caso è particolare, perché riguarda i Rondoni che, al contrario di tutte le altre specie, non abbandonano il nido finché davvero autosufficiente. Cioè in grado di volare. E quindi se finisce a terra è perché davvero è caduto dal nido.

> Leggi anche: I primi soccorsi in caso di infortunio di un uccellino

Come raccogliere un uccellino a terra

Nel caso in cui sia davvero necessario raccogliere un uccellino a terra, è bene indossare dei guanti, raccogliere delicatamente l’animale da terra e deporlo in una scatola di cartone, con dei fogli di carta sul fondo e aperta in alto per favorire l’areazione (si possono fare anche dei fori sui lati ma non chiudere l’animale dentro la scatola o in una gabbia).

> Leggi anche: Perché è giusto dare da mangiare agli uccellini selvatici

Come comportarsi dopo aver raccolto un uccellino caduto

A meno che non siate veterinari è bene non improvvisarsi tali. La cosa migliore da fare è contattare la Lipu, o un veterinario di fiducia, o un Centro di recupero Animali selvatici (ce ne sono numerosi in tutta Italia, gestiti per lo più da organizzazioni no profit) e affidare l’animale a cure esperte.

> Leggi anche: Come invitare gli uccellini nel nostro giardino

Commenti

commenti