I piccoli animali come criceti o gerbilli vivono in casa a stretto contatto con noi e, proprio come noi, umani anche loro sono molto esigenti sul loro ambiente e, in particolare, sulla sua pulizia.
Soprattutto in estate, i nostri piccoli amici non necessitano regolarmente solo di acqua e cibo, ma anche di un ambiente pulito.

Scegli la lettiera giusta per lui

In carta, canapa o truciolato, la scelta è ampia, l’importante è che sia una lettiera assorbente, priva di polvere e che catturi gli odori. Respirare continuamente polvere sottile, infatti, potrebbe causare nell’animale malattie alle vie respiratorie.
I criceti dorati e i gerbilli amano scavare nella lettiera, ti consigliamo quindi di fare in modo che sia alta almeno 30 centimetri, e ricoperta da uno strato di fieno.
Se il tuo animaletto adora riposare in un posticino in particolare, lì sostituisci il fieno ogni giorno.

Meglio una base secca che umida

Una base umida per la lettiera non è solo sgradevole, ma anche pericolosa: lo sporco potrebbe attaccarsi al pelo, creando dei batteri causa di irritazioni della pelle e addirittura di infiammazioni. Per questo è necessario ispezionare ogni giorno la lettiera, e rimuovere immediatamente le impurità con una paletta.
Nella casetta di criceti e gerbilli è inoltre consigliabile aggiungere una toilet per roditori, un angolo riservato ai loro “bisogni” da pulire quotidianamente.

Controlla periodicamente il suo mangime

Le ciotole di cibo e acqua, invece, non dovrebbero essere posizionate nella lettiera, ma in un posto rialzato, e il fieno da mangiare in una mangiatoia.
È importante verificare almeno due volte al giorno che non ci siano resti di cibo fresco, che fermentando e marcendo diventa pericoloso.
I criceti dorati, ad esempio, hanno l’abitudine di nascondere il loro cibo, quindi occorre controllare i vari nascondigli, ma, attenzione, mai mentre stanno dormendo.

Accessori, giochi e momenti di libertà

Giochi ed elementi di arredamento non solo si consumano, e quindi possono diventare pericolosi, ma si sporcano facilmente, quindi andrebbero controllati una volta a settimana.
Attenzione: dopo la pulizia, lascia all’animale un giorno di tempo per potersi riambientare.

 

Commenti

commenti