Quelle sere in cui hai avuto una giornata storta, e lui, il tuo cane, arriva ad appoggiarti il muso in grembo, come a consolarti. O quei giorni in cui ti senti euforico e felice, e lui scodinzola allegro al tuo fianco. E ancora quei momenti in cui sei totalmente preso dai tuoi pensieri, e sempre lui, il tuo cane, mugola per riavere la tua attenzione.

Quante volte ci è capitato di pensare che i nostri cani abbiano una specie di sesto senso in grado di capire le nostre emozioni, i nostri stati d’animo, i nostri sentimenti? E quante volte ci siamo detti che loro, i nostri cani, non solo li capiscono ma lo fanno meglio di molte persone che ci stanno accanto?

Ora una serie di studi condotti dalla University of Veterinary Medicine di Vienna, in Austria, sembrano provare che è proprio vero: i nostri cani sono in grado di capire perfettamente le nostre emozioni. Il team di ricerca viennese l’ha dimostrato visualizzando su dei tablet i volti, in parte coperti, di persone che esprimevano rabbia piuttosto che felicità: gli 11 cani coinvolti nell’esperimento, addestrati a toccare con la zampa i visi felici piuttosto che quelli arrabbiati in cambio di una ricompensa, sono stati in grado di riconoscere queste espressioni sia quando veniva loro mostrato il volto intero, sia quando ne venivano mostrate solo alcune parti come gli occhi, o una sola metà.

La spiegazione di questo comportamento da parte dei cani starebbe nel fatto che cani e uomini hanno una relazione che dura da migliaia di anni nel corso della quale i nostri fedeli amici hanno imparato ad associare ad alcune specifiche espressioni facciali gli stati d’animo corrispondenti, e pure i potenziali comportamenti conseguenti: per esempio un biscottino o una carezza nel caso di felicità, o l’indifferenza nel caso di rabbia.

Ora si tratterà di capire scientificamente se questa capacità di intuire i nostri stati d’animo sia propria solo dei cani addomesticati oppure se appartiene anche ai cani che hanno trascorso poco tempo a contatto con gli umani.

Commenti

commenti