Chi ha un cane o un gatto riconosce subito l’arrivo dell’autunno: è il momento in cui i quattrozampe cambiano il pelo estivo, che si deposita ovunque, sia in casa che in auto.
Ecco i nostri consigli per occuparsi al meglio dei nostri amici pelosi.

Spazzole e oli pregiati

La muta del pelo dura da sei a otto settimane. In questa fase è necessaria una cura particolarmente intensa. Per aiutare i nostri animali, si può aggiungere al cibo dell’olio di lino o di cartamo. L’ideale, però, è spazzolarli spesso, quotidianamente, o almeno due o tre volte a settimana, per sciogliere gli infeltrimenti, rimuovere il pelo morto e stimolare la circolazione della pelle.
Ricordati sempre di utilizzare una spazzola specifica per il tipo di pelo del tuo pet.

Consigli per i più pigri

Gli animali andrebbero abituati sin da cuccioli alla spazzolatura del pelo, che dovrebbe essere vissuta nel modo più piacevole possibile. Ma non tutti i quattrozampe entrano giovani in famiglia. La soluzione quindi è la pratica quotidiana. Tanta pazienza, un bocconcino e anche un po’ di imposizione portano all’obiettivo.
Un consiglio per chi ha un cane: per la maggior parte dei cani il pavimento è il loro territorio, sul quale non accettano esperienze sgradevoli. Quando è il momento di spazzolarlo, quindi, cerca di sollevarlo, ad esempio su un tavolo o una cassettiera.
Per qualsiasi amico a quattro zampe, invece, l’ideale è provare prima la spazzola o il pettine sul proprio braccio, per capire quanta pressione esercitare.

Attenzione anche all’alimentazione

La vera bellezza nasce da dentro: per questo assicurare al cane un’alimentazione equilibrata è fondamentale, soprattutto in inverno. Lievito di birra in polvere e pregiati oli vegetali e di pesce apportano nutrienti preziosi che rendono pelo e pelle resistenti.

Commenti

commenti