I porcellini d’India comunicano attraverso i suoni e il linguaggio del corpo, tutti richiami che gli umani dovrebbero ascoltare con attenzione.
Questi piccoli roditori sono animali socievoli, e, in quanto tali, hanno molto da raccontare, tra di loro e ai loro padroni.
Per questo bisognerebbe familiarizzare con il loro linguaggio e capire cosa vogliono dirci quando friniscono, pigolano, grugniscono o squittiscono.
Il cinguettio del porcellino d’India, ad esempio, non è espressione di gioia ma di paura. Se sbatte i denti, invece, vuole imporsi, e se lo fa con il suo padrone, vuole essere lasciato in pace.

Se il porcellino d’India fischia

Talvolta il porcellino d’India si mostra impaziente, ad esempio quando ha fame e sente il fruscio di una busta, diventa più vivace e inizia a fischiare.
Quando a un maschio piace una femmina, invece, si avvicina a lei mormorando.
Il loro verso che ricorda le fusa di un gatto, al contrario dei felini, esprime disagio e i porcellini d’India cercano così di calmare sé stessi e i loro compagni.
Lo squittire stridulo, infine, indica stress, e lo emettono spesso quando vengono presi in braccio e accarezzati.

I porcellini d’India non sono dei peluche!

Nonostante il pelo morbido che fa venire voglia di coccole e carezze, i porcellini d’India non sono dei peluche! Anche tra di loro, infatti, preferiscono mantenere le distanze.
Cerca quindi di avvicinarti a loro molto lentamente e da davanti, e parlagli a voce bassa. Conquisterai maggiormente la loro fiducia stando ad altezza occhi, quindi sul pavimento.
Se gorgoglia o mugola il tuo amico vuole dirvi che sta bene!

Commenti

commenti