“Muto come un pesce”. Questo è ciò che si dice a proposito di una persona particolarmente riservata. Sarà per questo che riguardo ai pesci rossi ci sono alcune curiosità che conoscono solo in pochi?

Partiamo dalle origini: in principio il pesce rosso era diffuso unicamente in Asia e si dice che queste specie venissero allevate a scopo puramente estetico in alcune regioni della Cina già nel 400 a.C. I cinesi li chiamano “chi-hy” (questo è il suono della parola “pesce rosso” in cinese) e li consideravano un dono degli dei per l’imperatore e i nobili.

Difficile dire con precisione quando il pesce rosso sia giunto in Europa. Pare che la prima importazione sia avvenuta in Portogallo ma la prima riproduzione è stata ottenuta in Olanda nel 1728.

Dopo la pima riproduzione avvenuta secoli fa, ecco che vi sveliamo anche come possono accadere le successive: può bastare anche un acquario, è necessaria una vasca non grandissima (da una cinquantina di litri in su) con acqua fresca e neutra e con temperatura intorno ai 22 °C.

Se l’accoppiamento va a buon fine, ecco dei bellissimi pesciolini… scuri. Ebbene sì, il tipico colore rossiccio arriva solo dopo l’ottavo mese di vita.

Se ancora non conoscevate tutte queste curiosità non abbiate timore: non siete dei pesci fuor d’acqua.

Commenti

commenti